Callicebus miltoni: il nuovo primate brasiliano

image_2574_1-Miltons-Titi-Monkey

Scoperta una nuova specie di scimmia platirrina nelle foreste del Brasile

Nonostante i primati siano prevalentemente specie diurne, di dimensioni cospicue e facilmente identificabili, non è raro che vengano tuttora scoperte specie appartenenti a questo gruppo non ancora conosciute alla scienza. Ad eccezione dei piccoli lemuri pigmei del Madagascar, specie notturne piuttosto elusive, la cui diversità è ancora incerta (si veda qui e qui), i recenti casi più noti di nuove specie di primati riguardano una proscimmia in Borneo, una scimmia “senza naso” in Birmania e l’ormai divenuto famoso macaco lesula dal Congo.

Dalle pagine della rivista scientifica Papéis Avulsos de Zoologia, si apprende in questi giorni la scoperta di una nuova specie di primate platirrino in Brasile (nella foto in alto): si tratta di un callicebo, che vive nelle fitte foreste pluviali degli stati brasiliani di Mato Grosso, Amazonas e Rondônia. La specie, battezzata Callicebus miltoni dai suoi scopritori, è esclusivamente arboricola, di piccole dimensioni (23-46 cm) ma dotata di una lunga coda bruno-rossastra, che, insieme alla maschera facciale del medesimo colore la distingue dalle due specie con essa maggiormente imparentate (si veda questa immagine). La sua dieta è prevalentemente a base di frutta e forma piccoli gruppi familiari, composti da una coppia monogama e dalla sua prole.

Considerando che non è in grado di attraversare i fiumi o superare le montagne, la specie vive confinata in una piccola area di fitta foresta umida: date queste premesse, bisognerà ora capire lo status delle sue popolazioni, anche se oltre il 50% del suo areale sembra essere già contenuto in aree protette.


Riferimenti:
Julio César Dalponte et al. 2014. New species of titi monkey, genus Callicebus Thomas, 1903 (Primates, Pitheciidae), from Southern Amazonia, Brazil. Pap. Avulsos Zool., vol. 54, no. 32, pp. 457-472; doi: 10.1590/0031-1049.2014.54.32

Image credit: A. Gambarini