Evolution Day 2013, Milano

6739.JPG

Tra l’8 e il 10 febbraio si terrà la decima edizione dell’Evolution Day di Milano sul tema “Isole: laboratorio dell’evoluzione”. Sarà anche occasione per commemorare Alfred Russel Wallace a 100 anni dalla sua morte



8 -10 febbraio 2013
ISOLE: LABORATORIO DELL’EVOLUZIONE
ALFRED RUSSEL WALLACE, 1823 – 1913

MUSEO DI STORIA NATURALE DI MILANO


L’Evolution Day giunge nel 2013 alla sua decima edizione. Tema di quest’anno le isole, il tema dei temi in biologia. Un ampio excursus nello spazio e nel tempo offrirà una estesa panoramica di questa vastissima e sfaccettata materia: dalle isole del Mediterraneo a quelle degli oceani Indiano e Pacifico, dalle “isole” di foresta tropicale sui monti della Tanzania alle isole delle lingue umane, dalla straordinaria flora di Socotra al “piccolo popolo” di Flores. In ambito evoluzionistico l’insularismo costituisce un fattore primario, imprescindibile, di molti processi di speciazione.

I reperti fossili trovati nelle isole hanno spesso fornito informazioni essenziali per la ricostruzione della storia della vita e la comprensione dei processi dell’evoluzione. Non meno significativa l’importanza dello studio delle comunità ecologiche insulari per la nostra comprensione della coesistenza tra robustezza e fragilità degli ecosistemi, delle condizioni che rendono possibile ripristinare l’equilibrio in sistemi perturbati.

A illustrare queste molte sfaccettature saranno come sempre esperti della materia provenienti dall’Italia e dall’estero. Quando si parla di evoluzione e isole il pensiero va naturalmente alle Galápagos, spesso idealizzate, erroneamente, come il luogo in cui Charles Darwin intuì i meccanismi dell’evoluzione a partire dall’osservazione delle spettacolari differenze di forma del becco dei celebri fringuelli – in realtà, sul momento Darwin non prestò loro particolare attenzione; la loro importanza gli si sarebbe rivelata solo dopo aver fatto ritorno in patria.

Meno noto l’impatto che l’osservazione della fauna e della flora delle isole ebbe su un altro grande naturalista britannico, contemporaneo di Darwin. Alfred Russel Wallace (1823-1913) giunse a formulare una teoria dell’evoluzione per selezione naturale indipendentemente da Darwin, mettendo a frutto nove anni di viaggi, scrupolose raccolte e attente osservazioni condotte tra Malesia, Indonesia e Nuova Guinea.

Wallace è universalmente riconosciuto come il padre della biogeografia, per la sua intuizione della chiara separazione tra le faune indonesiane e quelle oceaniche, segnata da quel confine virtuale ma solido come un muro noto come Linea di Wallace. Nell’ambito di Wallace100, l’insieme di celebrazioni internazionali nel centenario della scomparsa del grande naturalista, l’Evolution Day 2013 ricorderà Alfred Russel Wallace, un uomo, nelle parole di Darwin, di temperamento generoso e nobile.

L’Evolution Day 2013 sarà il primo senza Ilaria. Ilaria Vinassa Guaraldi de Regny, scomparsa il 28 maggio 2012, è stata organizzatrice di tutte le passate edizioni; più ancora, ne è stata l’anima. A Ilaria questo Evolution Day è dedicato.

Pieghevole

Programma (in allegato gli abstract di tutti gli interventi)

VENERDÌ 8 febbraio

14.30
Indirizzi di saluto: il ricordo di Ilaria Guaraldi Vinassa de Regny, dieci anni di Evolution Day
Stefano Boeri, Assessore a Cultura, Moda, Design di Milano
Domenico Piraina, Direttore MSNM
Telmo Pievani, Università degli Studi di Padova

15.30
Biogeografia ed evoluzione nelle isole: vecchie e nuove prospettive
Valerio Sbordoni, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

16.15
Alfred Russel Wallace: naturalista e gentiluomo
Federico Focher, CNR, Pavia

17.00
Filogenetica, genomica e cambiamento globale: comprendere il passato per illuminare il futuro
Vincent Savolainen, Imperial College; Kew Gardens, Londra, UK

17.45
Dibattito con il pubblico
Modera: Luca Carra, giornalista scientifico

21.00
Serata organizzata con la Fondazione Internazionale Balzan “Premio”
Epigenetica – un’altra dimensione nell’evoluzione
Sir David Charles Baulcombe, Cambridge University, UK
Introducono: Enrico Decleva, Fondazione Balzan
Marco Ferraguti, Università degli Studi di Milano


SABATO 9 febbraio
9.30
Rettili, anfibi, fossili e isole
Massimo Delfino, Università degli Studi di Torino

10.15
La flora carismatica dell’Arcipelago di Socotra
Tony Miller, RBGE, Edimburgo; CMEP, UK

11.00
Isole nel cielo dell’Africa orientale: biogeografia di un arcipelago continentale
Michele Menegon, Museo Trentino di Storia Naturale, Trento

11.45
Dibattito con il pubblico
Modera: Cristiano Dal Sasso, Museo di Storia Naturale, Milano

pausa pranzo

14.30
Mammiferi delle isole del Mediterraneo: omogeneizzazione e perdita di biodiversità
Marco Masseti, Università degli Studi di Firenze

15.15
Piccoli topi crescono: l’evoluzione dei roditori sulle isole
Elisa Locatelli, Università degli Studi di Ferrara

16.00
Homo floresiensis: lo strano caso del “piccolo popolo” dell’Isola di Flores, Indonesia
Giorgio Manzi, Sapienza Università degli Studi di Roma

16.45
Isolamento e insularità come parametri di analisi linguistica
Nicola Grandi, Università degli Studi di Bologna

17.30
dibattito con il pubblico
Modera: Marco Ferrari, giornalista scientifico

18.00
“La conquista sociale della Terra”, un colloquio sull’ultimo libro di E.O. Wilson tra
Telmo Pievani, Università degli Studi di Padova
Marco Ferrari, giornalista scientifico


DOMENICA 10 febbraio
Aula Magna e sale del Museo di Storia Naturale di Milano
Giornata ludico-didattica con e per le famiglie, a cura di Associazione Didattica Museale


Per informazioni e prenotazioni tel. 02 88463337
429
429.pdf (173 kB)