Evolution Day, Milano 2011

5737.JPG

Dopo la serie delle sei fortunate edizioni del Darwin Day, conclusasi con le seguitissime celebrazioni del 2009 in occasione del bicentenario della nascita di Charles Darwin, il Museo di Storia Naturale di Milano ha riconfermato, con l’Evolution Day 2010 dedicato alla biodiversità, il suo tradizionale appuntamento con l’evoluzione. La nuova formula si propone si indagare sulle molteplici connessioni tra le


Dopo la serie delle sei fortunate edizioni del Darwin Day, conclusasi con le seguitissime celebrazioni del 2009 in occasione del bicentenario della nascita di Charles Darwin, il Museo di Storia Naturale di Milano ha riconfermato, con l’Evolution Day 2010 dedicato alla biodiversità, il suo tradizionale appuntamento con l’evoluzione. La nuova formula si propone si indagare sulle molteplici connessioni tra le discipline evoluzionistiche e gli eventi storici che hanno trasformato le nostre società.

Come di consueto, il pubblico avrà la possibilità di accostarsi alle ricerche più avanzate nello studio dell’evoluzione attraverso l’intervento dei maggiori studiosi italiani e internazionali.

L’Evolution Day 2011 è dedicato alle esplorazioni geografiche e naturalistiche, delle quali affronterà i molteplici aspetti di interesse evoluzionistico. L’approfondimento storico sarà centrato sugli avventurosi viaggi di scoperta e di esplorazione che hanno dato un contributo determinante alla conoscenza della diversità naturale ed enormemente stimolato la curiosità degli intellettuali europei. La stessa teoria dell’evoluzione nacque infatti dopo l’ appassionante viaggio “intorno al mondo” compiuto da Charles Darwin. Attraverso la testimonianza di esploratori, viaggiatori e naturalisti, ripercorreremo le storie note o dimenticate dei grandi viaggi di esplorazione compiuti tra il XVIII e il XIX secolo. In questi racconti, riscopriremo che l’osservazione della diversità naturale non era mai disgiunta da quella della diversità delle società umane con cui il viaggiatore entrava in contatto e avvertiremo la consapevolezza crescente che espressioni di culture diverse fossero accomunate dal fatto di appartenere a una stessa specie. Nel corso di questo Evolution Day paleontologi, biologi molecolari, naturalisti, ecologi si confronteranno nel difficile compito di chiarire la storia della diversità umana, con l’intervento di esploratori dei nostri giorni che contribuiranno con la loro esperienza sul campo, e di genetisti che illustreranno i risultati delle più moderne metodiche di analisi del genoma.

La straordinaria capacità della nostra specie di divenire “cosmopolita invasiva” e di colonizzare l’intero Pianeta non è rimasta priva di effetti sull’evoluzione delle altre specie. Si tratta in particolare di alcuni “accompagnatori” spesso indesiderati, una schiera di parassiti, di grandi e piccole dimensioni, involontariamente traghettati in nuovi mondi nei quali hanno a loro volta esplorato inedite potenzialità evolutive. Aldilà del giudizio sul ruolo di queste specie, spesso distruttivo, sarà sorprendente constatare insieme come anche questi “grandi esploratori” non umani, considerati da un punto di vista evoluzionistico, offrano ai ricercatori indizi importanti sulla storia delle migrazioni umane.

L’Evolution Day 2011 sarà infine l’occasione per presentare in anteprima al pubblico un grande progetto espositivo internazionale, dedicato all’evoluzione della diversità umana che sarà inaugurato a Roma in autunno.

L’Evolution Day 2011 si svolgerà nei giorni dell’11 e 12 febbraio, mantenendo quindi la propria vicinanza ideale con le iniziative che in tutto il mondo ricordano il compleanno di Charles Darwin. Chi non potrà essere presente al Museo di Storia Naturale, e nelle sedi cittadine e lombarde a esso collegate per l’occasione, potrà seguirlo in diretta streaming da www.scienzainrete.it. Milano torna dunque al centro dei progetti di comunicazione della scienza dedicati a un campo di studi in continuo aggiornamento: il grande affresco dell’evoluzione degli esseri viventi, dei loro ambienti, della specie umana e degli scienziati stessi alle prese con sempre nuove domande ed esplorazioni.

In esclusiva per l’Evolution Day, il 13 febbraio alle ore 11.00, il Premio Nobel Dario Fo presenterà una performance inedita: DIO E’ NERO.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

In allegato il programma e gli abstract di tutti gli interventi

 

365
365.pdf (317 kB)