A rischio anche gli uccelli

Ci risiamo. Ogni volta che viene condotto uno screening a livello globale per comprendere lo stato di salute delle specie allo stato di naturalità i risultati non sono mai positivi. E così, dopo primati, orsi e mammiferi, questa volta tocca agli uccelli.Sebbene le specie minacciate di estizione siano “solo” il 12%, contrariamente agli altri gruppi animali menzionati sopra che se

Ci risiamo. Ogni volta che viene condotto uno screening a livello globale per comprendere lo stato di salute delle specie allo stato di naturalità i risultati non sono mai positivi. E così, dopo primati, orsi e mammiferi, questa volta tocca agli uccelli.

Sebbene le specie minacciate di estizione siano “solo” il 12%, contrariamente agli altri gruppi animali menzionati sopra che se la passano ben peggio, questo dato non può far tirare un sospiro di sollievo se si pensa che mai così tante specie erano state inserite nella Red List della IUCN, che ha commissionato il montoraggio condotto da BirdLife International. Delle 1.227 considerate globalmente a rischio, 192 (2 in più dello scorso anno) sono ora classificate come Critically Endangered, il livello che di poco precede l’estizione.

Inoltre, non solo le specie già rare stanno diventando più rare e ora a rischio di estinzione, ma anche alcune di quelle che fino a pochi anni fa erano considerate fuori pericolo oggi sono invece molto meno comuni, non ancora minacciate ma non più fuori pericolo.

Per maggiori dettagli, da qui si accede al comunicato stampa della IUCN.

Andrea Romano