Addio a Nicola Saino

Il 17 aprile si è spento uno dei più grandi etologi italiani

.


Il 17 aprile, a Milano, si è spento improvvisamente all’età di 57 anni Nicola Saino, etologo, ecologo e ornitologo. Professore ordinario di Ecologia, Etologia e Comportamento Animale all’Università degli Studi di Milano, Nicola Saino era un uomo di grande cultura e intelligenza, nonché un instancabile ricercatore, come testimoniato dalle sue oltre 290 pubblicazioni scientifiche, che lo hanno reso celebre a livello internazionale. Nel suo decennale percorso accademico, ha contribuito con estrema competenza all’avanzamento delle conoscenze dell’ecologia animale attraverso la sua straordinaria capacità di formulare ipotesi da porre al vaglio dei dati, che egli stesso raccoglieva ancora con passione e dedizione. Queste sue capacità sono state da esempio ed ispirazione per diverse generazioni di ecologi e ornitologi.

I suoi studi hanno guardato con estremo acume a diverse tematiche legate all’ecologia comportamentale ed evoluzionistica degli uccelli. Data la vastità della sua produzione scientifica, è difficile riassumere in breve le tematiche della sua ricerca, che spaziavano dallo studio della selezione sessuale e degli effetti dei cambiamenti climatici, fino all’investigazione del comportamento migratorio e delle interazioni tra genitori e figli. Il suo percorso scientifico è senza dubbio indissolubilmente legato allo studio di diversi aspetti della biologia della rondine, specie che, anche grazie alle sue ricerche, si è ritagliata un ruolo di primo piano nella letteratura scientifica internazionale.

Pikaia si unisce al cordoglio della comunità scientifica per l’improvvisa scomparsa del Professor Saino e porge, con dolore e commozione, le più sentite condoglianze alla famiglia e a tutti i suoi cari.