Alla scoperta di Biologos

Un sito web molto interessante è quello in cui il gruppo BioLogos, un gruppo USA di evoluzionisti teisti evangelico (a cui fa riferimento anche Francis Collins – attualmente direttore dell’NIH), espone attraverso domande e risposte il suo modo di vedere il processo evolutivo, in cui crede anche per quanto riguarda la speciazione; e questo almeno come fatto, visto che certo


Un sito web molto interessante è quello in cui il gruppo BioLogos, un gruppo USA di evoluzionisti teisti evangelico (a cui fa riferimento anche Francis Collins – attualmente direttore dell’NIH), espone attraverso domande e risposte il suo modo di vedere il processo evolutivo, in cui crede anche per quanto riguarda la speciazione; e questo almeno come fatto, visto che certo non contestano fatti evidenti, per vari motivi, come l’origine comune degli esseri viventi e i tempi di miliardi di anni. Loro ritengono però che l’evoluzione sia gestita dall’alto in un modo che ritengono spiegabile anche se non sembra gli interessi dimostrarlo (e nessuno prova nemmeno a chiederlo, e per ovvi motivi, trattandosi di teologia).

Il sito di BioLogos permetterebbe anche di capire quali potrebbero essere le idee e le ipotesi che gli evoluzionisti teisti cattolici, che finora non hanno nemmeno precisato in modo così preciso e dettagliato le loro opinioni su fatti già dimostrati dalla scienza, potrebbero proporre come alternativa all’attuale teoria dell’evoluzione, quella che utilizzano e aggiornano nel loro lavoro di ricerca praticamente tutti i biologi evoluzionisti. Essi da decenni evidenziano  errori, imprecisioni e aggiornamenti necessari sia rispetto alle ipotesi originali di Darwin che ai successivi aggiornementi del secolo scorso.

Fra le domande più interessanti a cui nella pagina “Questions” si forniscono risposte ci sono le seguenti:

· How is BioLogos different from Evolutionism, Intelligent Design, and Creationism? (Si insegna come fare a distinguersi da altri tipi antievoluzionisti)

· How are the ages of the Earth and universe calculated? (“Many independent measurements have established that the Earth and the universe are billions of years old”; I 9000 euro del CNR sono stati un pessimo investimento)

· What evidence do we have for evolution besides fossils and genes? (l’evoluzione oggi più che dai fossili è confermata dalla genetica, ma non solo)

· Is there room in evolutionary creation to believe in miracles? (I creazionisti evolutivi credono comunque nei miracoli, che sarebbero di 2 tipi…)

· Are gaps in scientific knowledge evidence for God?

· Why should Christians consider evolutionary creation?

In quest’ultima Q&A gli esperti di BioLogos spiegano quali attributi divini si apprezzano (con grande gioia, sembra dalla foto) quando si studia l’evoluzione: “Dio è stravagante” (non si accontenta di creare un solo tipo di fiore …), “paziente” (se deve fare qualcosa, può impiegarci anche miliardi di anni…), “provvede alle sue creature” (creando complessi ecosistemi che mantengono in vita contemporaneamente diversi tipi di esseri viventi, o duplicando geni che forniscono nuove possibilità).

Il sito fornisce anche ampio materiale multimediale e dei consigli di lettura, certamente molto diversi da quelli suggeriti da Pikaia.

Da L’Antievoluzionismo in Italia, blog di Daniele Formenti