Almanacco di Filosofia – Micromega maggio 2012

MicroMega 3/2012, Almanacco di Filosofia, in edicola dal 3 maggio Dopo il clamoroso successo dello scorso anno, torna in edicola l’Almanacco di Filosofia di MicroMega, in edicola e su ipad dal 3 maggio. Il volume di quest’anno, che raccoglie alcune delle voci più autorevoli a livello internazionale del dibattito filosofico contemporaneo, si apre con una lunga controversia “senza esclusione di colpi”


MicroMega 3/2012, Almanacco di Filosofia, in edicola dal 3 maggio 

Dopo il clamoroso successo dello scorso anno, torna in edicola l’Almanacco di Filosofia di MicroMega, in edicola e su ipad dal 3 maggio. Il volume di quest’anno, che raccoglie alcune delle voci più autorevoli a livello internazionale del dibattito filosofico contemporaneo, si apre con una lunga controversia “senza esclusione di colpi” fra il direttore di MicroMega Paolo Flores d’Arcais e il teologo Vito Mancuso: da una parte la rivendicazione del primato della scienza e la contestazione di ogni ipotesi metafisica, dall’altra la fiducia nella possibilità di conciliare fede e sapere scientifico nel nome di un «principio di essere e di energia» che governa il mondo. 

Non manca la ripresa di un tema che ampio spazio aveva ricevuto nel precedente Almanacco e che recentemente ha animato un vivacissimo dibattito in Italia e all’estero: il Nuovo Realismo. A confrontarsi su questa nuova frontiera della ricerca filosofica, e sulla crisi del “pensiero debole” dalla quale nasce, sono Maurizio Ferraris e Carlo Augusto Viano. 

Il volume ospita inoltre un carteggio inedito in italiano fra John Rawls, uno dei massimi filosofi politici del ’900, e Philippe Van Parijs, su alcuni degli aspetti più controversi del processo di unificazione europea e delle attuali sfide di giustizia internazionale; un “iceberg” dedicato ai diritti umani con saggi di Jared Diamond (sull’origine e il futuro dei diritti umani), Ulrich Beck (sull’influenza che il “nazionalismo metodologico” ha avuto nella sottovalutazione della disuguaglianza globale da parte delle scienze sociali) e Thomas Pogge (sul diritto umano al nutrimento); un dialogo fra Pierre Rosanvallon e il filosofo dell’antitotalitarimo Claude Lefort (scomparso nel 2010) sul tema della democrazia: da cosa nasce? Qual è il rapporto tra potere e popolo? 

E, ancora, un sorprendente dialogo fra Telmo Pievani e padre George V. Coyne, gesuita, astronomo, ex direttore della Specola vaticana, sul “Dio della contingenza” come unico Dio pensabile. Infine, MicroMega ha voluto rendere omaggio ad un grande protagonista del Novecento morto lo scorso giugno: Jorge Semprún. In una delle sue ultime interviste il racconto del ruolo capitale che la filosofia ha giocato nel suo percorso intellettuale ed esistenziale, segnato dalla resistenza a tutte le forme di barbarie.