Anche i pappagalli usano strumenti

800px-Caracopsis_vasa

Un’attenta osservazione di esemplari in cattività mostra le abilità cognitive possedute dai pappagalli della specie Coracopsis vasa per assimilare calcio con metodi innovativi


È da tempo noto che oltre all’uomo e alle scimmie antropomorfe (Pikaia ne ha parlato qui, qui, qui e qui), anche alcune altre specie animali siano in grado di utilizzare strumenti (Pikaia ne ha parlato qui). Tra queste, spiccano i pappagalli della specie Coracopsis vasa, che sono spesso stati oggetto di dibattito per le loro abilità di problem solving e per il loro utilizzo di strategie di foraggiamento uniche. Sono originari del Madagascar e, osservati quando vivono in cattività, tendono spesso a sperimentare nuovi oggetti, come scaglie di pietra o piccoli ciottoli, addirittura combinando l'utilizzo di più di questi al fine di ottenere del cibo. Da recenti studi comparativi è stato dimostrato, inoltre, che questa specie spende molto tempo ed energie nelle attività di studio della composizione fisica di nuovi strumenti, per poi manipolarli a suo piacimento.

Un recente studio, pubblicato su Biology Letters e condotto da un team di ricercatori dell'Università di York, ha monitorato un gruppo di 10 pappagalli vasa maggiori, tenuti in cattività, impegnati a estrarre calcio da conchiglie, posizionate appositamente all'interno delle voliere. Megan L. Lambert, prima autrice dello studio, insieme ai suoi collaboratori, ha scoperto così le capacità di questi animali di elaborare metodi alternativi per svolgere tale attività.

Questi esemplari, monitorati con telecamera per ben 8 mesi, hanno spontaneamente utilizzato strumenti per polverizzare il calcio contenuto nelle conchiglie, raschiandone inizialmente la superficie interna e poi riducendola in polvere grazie all'aiuto di piccoli ciottoli. Alcuni dei pappagalli hanno ingerito la polvere direttamente dalla conchiglia, mentre altri hanno cercato di rompere il guscio in piccoli pezzi, facilitando il processo di ingerimento. Il picco di interesse per le conchiglie nelle voliere, è stato registrato nei mesi di marzo e aprile, periodo corrispondente all'inizio della stagione riproduttiva, in particolare dagli esemplari maschi.

Come hanno spiegato gli autori, mentre altre specie si limitano ad ingerire conchiglie intere, questi pappagalli sembrano essere gli unici in grado di assimilare il calcio mediante questo metodo innovativo. Con questi risultati, non solo si dimostra l'abilità dei vasa maggiori nell'utilizzo di oggetti come veri e propri strumenti, ma vengono poste anche le basi per il futuro studio della loro anatomia cerebrale.


Riferimenti
A novel form of spontaneous tool use displayed by several captive greater vasa parrots (Coracopsis vasa), Megan L. Lambert, Amanda M. Seed, Katie E. Slocombe, Biology Letters, Published online: 16 December 2015.

Immagine: Di frank wouters from antwerpen, belgium , België , Belgique (grote vasapapegaai) [CC BY 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], attraverso Wikimedia Commons