Api da guardia

Ancora novità dal mondo degli imenotteri: dopo le formiche che cambiano casta secondo gli ormoni che vengono loro somministrati (Pikaia ne ha parlato qui), ecco che in un’ape sudamericana sembra stia per nascere una casta nuova, quella dei soldati. Di solito nelle api la divisione del lavoro è basata sull’età (si chiama polietismo per età), con le più giovani che


Ancora novità dal mondo degli imenotteri: dopo le formiche che cambiano casta secondo gli ormoni che vengono loro somministrati (Pikaia ne ha parlato qui), ecco che in un’ape sudamericana sembra stia per nascere una casta nuova, quella dei soldati. Di solito nelle api la divisione del lavoro è basata sull’età (si chiama polietismo per età), con le più giovani che si curano delle larve, le intermedie che costruiscono il nido e le più anziane che vanno a cercare il cibo. Ma sono sempre le stesse api.

Ora una ricerca su Proceedings of the National Academy of Sciences ha invece stabilito che in una specie sudamericana, la Tetragonisca angustula (una specie dei Meliponini, api senza pungiglione), alcuni individui si fermano all’entrata del nido, sia appoggiate fisicamente alle porte di cera sia svolazzando intorno per proteggere le proprietà della colonia. Che siano individui di caste diverse è abbastanza chiaro, perché soldati sono fisicamente differenti dalle altre operaie: sono del 30% più grosse delle altre operaie (le vedete sopra) e hanno zampe più lunghe e testa più piccola.

Come per le formiche i soldati erano utilizzati per combattere le possibili invasioni di formiche razziatrici, anche in questo caso tale casta ha il compito di difendere il nido da una possibile specie invasiva. In questo caso la specie Lestrimelitta limao: queste ultime sono di dimensioni maggiori delle nostre jatai (il nome locali delle apine), ma di fronte ai soldati, che combattono più a lungo e con più forza delle altre operaie, si presume che possano battere in ritirata. Qui una serie di filmati con i soldati che controllano l’entrata nel nido e attaccano un’ape razziatrice.

Da Leucophaea, il blog di Marco Ferrari


Riferimenti:
Gruter, C., Menezes, C., Imperatriz-Fonseca, V. L. & Ratnieks, F. (2012). A morphologically specialized soldier caste improves colony defense in a neotropical eusocial bee. Proceedings of the National Academy of Sciences DOI: 10.1073/pnas.1113398109