Arene di corteggiamento per dinosauri

srep18952-f6

In alcune specie di dinosauri teropodi, i maschi si aggregavano per esibirsi in complessi rituali di corteggiamento per conquistare le femmine: la prima testimonianza di lekking in questi animali

Sono rocce di 100 milioni di anni fa a rivelare le possibili dinamiche comportamentali messe in atto durante l’accoppiamento di alcune specie di dinosauri. Tramite antichi fossili rinvenuti in diversi siti della zona occidentale del Colorado, un gruppo di ricercatori della University of Colorado Denver ha potuto determinare il comportamento di alcune specie di dinosauri teropodi durante la fase di corteggiamento, studiando i segni da loro lasciati sulle superfici rocciose.

I graffi incisi, alcuni dei quali potevano raggiungere la misura di due metri, sono stati rilevati tramite tecnologie avanzate di riproduzione in 3D, precisamente mediante una tecnica chiamata fotogrammetria, la stratificazione di più immagini diverse. Le tracce fossili in questione corrispondono a 50 impronte di dinosauri teropodi, probabilmente carnivori. Le incisioni rinvenute sono di due classi: tracce di locomozione e tracce di nidificazione. Questi segni, in particolare le raschiature, dalle verifiche dettagliate del gruppo di esperti, non rappresentano scavi per veri e propri nidi in cui deporre le uova. Di cosa si tratta?

Dato che i segni apparterrebbero a diversi individui, secondo gli autori, che hanno pubblicato i risultati sulla rivista Scientific Reports, queste testimonianze rappresenterebbero un’evidenza della presenza di arene di esibizione comune (o lek) nei dinosauri. Il fenomeno chiamato lekking, come hanno spiegato gli autori, consiste nell’aggregazione di numerosi maschi nello stesso momento in luoghi circoscritti al fine di esibirsi in rituali di corteggiamento e competere per le femmine, le quali scelgono con molta cura l’individuo con cui riprodursi. Questo comportamento è assai diffuso tra gli attuali uccelli e in numerose specie il corteggiamento assume la forma di una vera e propria cerimonia, che comprende una serie di comportamenti complessi. Tra questi, il raschiare superfici componendo forme simili a nidi in cui i maschi si esibiscono nei rituali di corteggiamento per essere selezionati dalle femmine è un comportamento molto diffuso tra gli uccelli attuali.

È dunque possibile che anche i dinosauri mettessero in atto comportamenti simili. Le tracce rinvenute in Colorado sarebbero quindi un’evidenza indiretta di selezione sessuale in questi animali. Come ha spiegato il Dott. Lockey, paleontologo e professore di geologia primo firmatario dello studio, i risultati forniscono la prima prova concreta di questo comportamento tra dinosauri teropodi nota alla scienza.


Riferimenti:
Martin G. Lockley, Richard T. McCrea, Lisa G. Buckley, Jong Deock Lim, Neffra A. Matthews, Brent H. Breithaupt, Karen J. Houck, Gerard D. Gierliński, Dawid Surmik, Kyung Soo Kim, Lida Xing, Dal Yong Kong, Ken Cart, Jason Martin, Glade Hadden. Theropod courtship: large scale physical evidence of display arenas and avian-like scrape ceremony behaviour by Cretaceous dinosaurs. Scientific Reports 6, Article number: 18952 (2016)

Immagine da Lockley et al. Scientific Reports 6, Article number: 18952 (2016)