Archivio autore: Dario Iori

Batterista per passione: il cacatua delle palme

I maschi del cacatua delle palme (Probosciger aterrimus) attirano l’attenzione delle femmine percuotendo tronchi e rami con strumenti che si fabbricano da soli e sembrano avere un vero e proprio senso del ritmo. Escludendo l’uomo, questo uccello è il solo animale ad avere contemporaneamente tutte queste capacità

Read more

Quando volare non serve più: il caso del cormorano delle Galapagos

Un recente studio mostra i meccanismi genetici alla base della perdita della capacità di volare nel cormorano delle Galapagos. L’impossibilità di volare ha permesso lo sviluppo di altre abilità, come il nuoto, ed è probabilmente superflua nell’ambiente in cui tale specie vive. I ricercatori vogliono ora confrontare il DNA di questo cormorano con quello di altri uccelli non volatori, per verificare se condividono le stesse mutazioni

Read more

La vita ebbe origine sulla terraferma?

L’analisi di alcuni sedimenti ritrovati nella regione di Pilbara, in Australia, dimostra che la vita sulla terraferma si originò circa 500 milioni di anni prima rispetto a quanto ipotizzato in precedenza e fornisce interessanti spunti di riflessione riguardo l’origine della vita stessa sul pianeta Terra e la presenza di vita su altri pianeti, tra cui Marte

Read more

L’evoluzione alternativa dei cefalopodi

Alcuni cefalopodi modificano spesso la sequenza del proprio mRNA con un processo detto “editing dell’RNA”, che comporta alterazioni a livello del proteoma. Tale processo potrebbe avere molta importanza in termini di adattamento all’ambiente e di evoluzione di comportamenti complessi, ma si traduce in un’evoluzione più lenta del genoma

Read more

Possibile convivenza tra Homo sapiens e Homo naledi

Homo naledi visse in Sudafrica intorno a 300-250 mila anni fa. Questa nuova datazione fa supporre che tale specie abbia coesistito con H. sapiens per un certo periodo di tempo. Il ritrovamento di nuovi resti in una caverna nel complesso di Rising Star, suggerisce inoltre processi cognitivi molto complessi, nonostante le dimensioni del cervello ridotte, rispetto a H. sapiens

Read more

La poligamia come freno per la speciazione?

La selezione sessuale può agire promuovendo la speciazione ma anche rallentandola. Uno studio su un gruppo di uccelli ha mostrato che le specie poligame, sottoposte a una selezione sessuale più accentuata rispetto alle monogame, mostrano al loro interno minori differenze genetiche intraspecifiche, dovute al maggiore flusso genico presente tra le popolazioni

Read more

Il veleno indolore della bavosa

Alcuni pesci appartenenti alla famiglia Blenniideae possiedono sistemi di difesa dai predatori basati sulla produzione di veleno. Il veleno dei pesci appartenenti al genere Meicanthus contiene tossine che si sono evolute in maniera convergente in altri gruppi filetici, e possiede potenti effetti ipotensivi

Read more