Archivio autore: Astrid Pizzo

Leggi universali in biologia?

Tradizionalmente, e per definizione, le cosiddette “scienze esatte” – prima tra tutte la fisica – si basano sul tentativo di individuare leggi universalmente valide. In biologia, invece, il concetto di “eccezione” non ha mai spaventato i ricercatori: si cercano leggi che abbiano valenza ampia, ma non necessariamente universale. Tuttavia, sostiene la Fox Keller, il sempre maggiore apporto di matematica, fisica,

Read more

Anche i “grandi” sbagliano…ma dall’errore può nascere un dibattito

In una News apparsa su uno degli ultimi numeri di Nature Erika Check, una delle redattrici della rivista, illustrando i risultati di recenti lavori scientifici nel campo dell’evoluzione umana ha sottolineato come lo studio del genoma stia fornendo importanti indicazioni su che cosa rende unico il cervello della nostra specie.In particolare, ha affermato che le nuove frontiere della ricerca utilizzano

Read more

Nostro fratello Neanderthal: quando non eravamo soli…

Il congresso ricorderà anche, a cent’anni dalla sua nascita, Alberto Carlo Blanc, il geologo che ha giocato un ruolo chiave nella valorizzazione dei Neanderthal ritrovati al Monte Circeo il 25 febbraio 1939.Molti gli ospiti illustri dell’evento, fra i quali il paleoantropologo americano Ian Tattersall. L’organizzazione scientifica del convegno è a cura di Giorgio Manzi dell’Università La Sapienza di Roma; su

Read more

Evoluzione: ripercorrendo l’odissea della vita

La mostra Evoluzione: ripercorrendo l’odissea della vita, che resterà aperta fino al mese di ottobre del 2007,  offre affascinanti scorci dal campo della ricerca scientifica in biologia evoluzionistica e descrive gli effetti dell’evoluzione sull’umanità, sulla società e sulla vita nel nostro pianeta. È strutturata in quattro sessioni (La scoperta dell’evoluzione, Le forze dell’evoluzione, Diventare umani e L’evoluzione nelle mani dell’uomo),

Read more

Simmetrie floreali: bilaterale è meglio!

In termini abbastanza generali, i botanici ritengono che procedendo dalle famiglie più antiche verso i taxa evolutisi più recentemente si possa osservare un trend di progressiva riduzione delle dimensioni del fiore e di riorientamento della sua simmetria verso il bilateralismo, a discapito della simmetria raggiata: la simmetria di un oggetto è chiamata bilaterale quando uno e un solo piano (definito

Read more

Il Nobel per la Medicina e la Fisiologia assegnato a due ricercatori americani per le loro scoperte sull’interferenza dell’ RNA a doppio filamento nella regolazione genica

Era già noto in quegli anni che mediante l’introduzione, in una cellula eucariote, di molecole di RNA con sequenza nucleotidica uguale a quella dell’RNA trascritto a partire da un qualunque gene, era possibile interferire con il funzionamento del gene stesso, ottenendo che la proteina corrispondente non venisse sintetizzata; questo effetto era interpretato come la semplice conseguenza dell’ibridazione dell’RNA introdotto con

Read more

Epìstasi e complessità del genoma

Uno dei risultati collaterali di queste modalità di funzionamento del genoma è che spesso mutazioni che avvengono su un gene hanno effetti assolutamente diversi da quello che ci si attenderebbe considerando singolarmente l’espressione del gene mutato, poiché essa viene mascherata,  dalla funzionalità di un altro gene. Questa “deviazione” o “copertura” degli effetti fenotipici attesi in conseguenza di una mutazione, viene normalmente

Read more

Codici a barre e diversità della vita. A cura di Astrid Pizzo

Tutti conoscono cos’è e come funziona un codice a barre: è una configurazione di barre parallele di vario spessore e distanza che possono essere interpretati automaticamente mediante appropriati sensori; in generale, questo sistema ha lo scopo di identificare in modo univoco un prodotto, in particolar modo un prodotto commerciale. Ma cosa ha a che fare il codice a barre con

Read more

La Morfometria geometrica: un approccio innovativo allo studio della forma

Le informazioni sulla variabilità tra le diverse specie di animali e piante, fondamentali per la ricostruzione delle dinamiche evolutive e per lo studio dei fenomeni di speciazione, sono oggi ottenute principalmente attraverso l’analisi biomolecolare del genoma e delle proteine, attraverso lo studio delle strutture citologiche e tramite l’ indagine delle abitudini etologiche ed ecologiche delle specie. Per secoli, invece, la

Read more

Genetica molecolare evoluzionistica: incontro a Torino

Segnalo che il giorno 16 Maggio 2005 alle ore 13.00 presso ilDipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo dell’Università di Torino (via Accademia Albertina 13) si terrà un incontro dal titolo Genetica molecolare evoluzionistica tenuto dalla D.ssa KiraYanowsky e dal Prof. Piero Cervella, che illustreranno i risultati di recenti ricerche sulla variabilità genetica e sull’evoluzione del rospo smeraldino (Bufo viridis). Il

Read more

Se l’ossigeno è un veleno, meglio trattenere il respiro il più a lungo

È noto che il sistema respiratorio degli insetti è estremamente efficiente: in alcuni organi molto attivi, le trachee, i canali provvisti di valvole spiracolari che mettono in comunicazione diretta l’organo con l’aria, possono raggiungere addirittura i mitocondri per massimizzare l’efficienza degli scambi gassosi. È noto anche che molti insetti esibiscono un ciclo discontinuo di scambi gassosi (una sortadi ritmo respiratorio,

Read more

La capacità del flusso genico di produrre differenziazione genetica

La teoria classica della genetica di popolazione prevede che le popolazioni che si scambiano gli individui frequentemente per dispersione, cioè per fenomeni di emigrazione ed immigrazione (come accade, ad esempio, nella maggior parte delle specie di uccelli, che grazie al volo possiedono notevoli capacità di dispersione) tendano a restare geneticamente omogenee. Questo a differenza delle popolazioni isolate che, per deriva

Read more