Caso, proiezione o evoluzione? All’origine dell’Homo religious