Archivio categoria: Biologia molecolare

Il cancro gioca evolutivo. L’evoluzione incontra l’oncologia

Al pari di ogni altro essere vivente, anche le cellule tumorali sono soggette alle regole dell’evoluzione. Mutano, si diversificano, e si “adattano” ai farmaci che dovrebbero eradicarle, sviluppando una resistenza che spesso vanifica ogni strategia terapeutica. I ricercatori stanno ora integrando una prospettiva evoluzionistica nell’elaborazione di nuovi approcci clinici, ridisegnando il panorama della ricerca oncologica degli ultimi decenni

Read more

Gli aborigeni sono i diretti discendenti dei primi colonizzatori dell’Australia

L’Australia ha una delle più lunghe storie di continua occupazione umana al di fuori dell’Africa. Ma chi furono le prime persone a stabilirsi lì? Il primo studio genomico completo sugli aborigeni australiani rivela che essi sono i discendenti diretti dei primi coloni dell’antico continente Sahul e la divergenza dai loro vicini papuasi è avvenne circa 37.000 anni fa

Read more

Nei geni dei sardi informazioni sulla preistoria dell’Europa

Uno studio sull’intero genoma di 3.514 individui provenienti da diverse regioni della Sardegna conferma che i sardi conservano meglio di qualunque altra popolazione contemporanea le caratteristiche genetiche delle popolazioni presenti in Europa >7000 anni fa. Tra le popolazioni odierne i sardi mostrano una maggiore somiglianza genetica con i baschi. Il DNA dei sardi è quindi una riserva di varianti genetiche antiche, attualmente molto rare altrove e fondamentali per lo studio di malattie con base genetica

Read more

LUCA comparve molto prima del previsto. A dircelo è un nuovo orologio molecolare

Il concomitante utilizzo di fossili e della genomica ha permesso agli scienziati di affermare che LUCA, l’ipotetico antenato comune a tutti gli esseri viventi, comparve sul nostro pianeta quasi 4,5 miliardi di anni fa, ovvero molto prima di quanto precedentemente ipotizzato. La linea evolutiva degli eucarioti avrebbe invece avuto origine solo 2,5 miliardi di anni dopo

Read more

L’ibridazione all’origine della radiazione adattativa dei ciclidi africani

L’incrocio tra individui ancestrali di Ciclidi del Lago Tanganica avrebbe favorito lo scambio di geni capaci di diversificarsi rapidamente e di attribuire alla progenie caratteristiche vantaggiose per l’occupazione di nuove nicchie ecologiche. La conseguente radiazione adattativa avrebbe portato alla nascita della grande quantità di specie oggi presenti nel lago africano

Read more
1 2 3 4 5 57