Archivio categoria: Ecologia e biodiversità

Disponibilita’ di cibo ed evoluzione del cervello

Il Journal of Human Evolution pubblica online un articolo di Andrea Taylor e Carel van Schaik, rispettivamente della Duke University e dell’Universita’ di Zurigo, nel quale si dimostra per la prima volta tra i primati una significativa connessione tra la quantita’ di cibo disponibile e la microevoluzione della capacita’ cranica. I due antropologi hanno comparato le caratteristiche dimensionali di quattro

Read more

The Millennium Assessment

Dall’abstract riporto:Charged with describing the current state of the environment, scientists worldwide collaborated to produce the Millennium Ecosystem Assessment. In seven synthesis reports and other technical documents, the assessment summarizes the Earth’s present condition and the impacts humans have on critical ecosystem services.Lo scopo è ben chiarito nella introduzione:The purpose of a scientific assessment,” the authors explain, “is not to

Read more

Per un ambiente ottimale, ecco la “foresta urbana” giusta!!

Secondo Allan P. Drew, un ecologo forestale dell’istituto SUNY-ESF, situato nello stato di New York, e’ possibile determinare una significativa riduzione dei livelli di inquinanti dell’aria cittadina selezionando accuratamente il tipo di piante da introdurre nei parchi delle citta’ e conducendo una corretta manutenzione degli alberi stessi. La ricetta ottimale dovrebbe comportare un aumento nei livelli di sequestro dell’anidride carbonica,

Read more

L’enciclopedia della Terra

Dal riscaldamento globale alle estinzioni, dallo sviluppo sostenibile all’ecologia come scienza. Essendo, come la Wikipedia, un work in progress, è disponibile ad accettare contributi (in inglese) e a espandersi anche all’infinito. Anche se per adesso ha un’impostazione un po’ americoentrica, l’idea è eccellente, un po’ come le varie wiki di argomento specializzato. Il tutto fa parte di un sito ancora

Read more

Isole ed Evoluzione dei mammiferi

Non si tratta di nuove evidenze: la paleontologa francese Virginie Millien, ora curatrice del Redpath Museum di Montreal in Canada, pubblica su PLoS Biology un’accurata analisi basata su dati ricavati da numerosi studi apparsi negli ultimi trent’anni sulle riviste piu’ qualificate, fornendo per la prima volta un quadro generale, sistematico ed esauriente, di cio’ che veramente e’ accaduto nel corso

Read more

Le cause dell’elevato ritmo di speciazione ai tropici

Gli autori dello studio hanno misurato le distanze filogenetiche di triplette di specie arboree, due congeneriche, di cui una tropicale e una temperata, più una specie imparentata, ma filogeneticamente più lontana (un outgroup). Dopo aver stimato e confrontato i tassi di sostituzione nucleotidica delle due specie congeneriche, gli autori concludono che il tasso di sostituzione è sistematicamente superiore per le

Read more

Sfida al pianeta Terra

L’autore recensisce tre recenti libri e un film dedicati al mutamento climatico incombente sul pianeta Terra:The Threat to the PlanetThe Weather Makers: How Man Is Changing the Climate and What It Means for Life on Earth by Tim Flannery. Atlantic Monthly Press, 357 pp.Field Notes from a Catastrophe: Man, Nature, and Climate Change by Elizabeth Kolbert. Bloomsbury, 210 pp.An Inconvenient

Read more

Quando tempi ecologici e tempi evolutivi coincidono

Uno studio che compare in questi giorni su PNAS e condotto dagli ecologi della prestigiosa Cornell University Stephen Ellner e Nelson Hairston, illustra gli interessanti risultati ottenuti analizzando in laboratorio le dinamiche ecologiche ed evolutive di un sistema-modello microscopico costituito dal rotifero Brachionus calyciflorus (il predatore) e dall’alga unicellulare Chlorella vulgaris (la preda). I ricercatori hanno monitorato, attraverso la tecnica

Read more

L’impatto della CO2 sulla biodiversita’ marina

Joan Kleypas, biologa marina del National Center for Atmospheric Research (NCAR) e’ l’autrice principale di un documento intitolato “Impacts of Ocean Acidification on Coral Reefs and Other Marine Calcifiers”, che compare in questi giorni sul sito dell’istituzione americana. Gli studi effettuati avevano l’obbiettivo di mettere in relazione l’impatto delle proprieta’ chimico-fisiche oceaniche sugli organismi calcificanti, e di proporre modelli con

Read more

E’ Trichodesmium l’anello mancante nel ciclo dell’azoto

I ricercatori della celebre Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI), condotti dal biologo Cabell Davis e da Dennis McGillicuddy del Dipartimento di Fisica Applicata e Ingegneria della stessa istituzione, hanno utilizzato un microscopio digitale denominato Video Plankton Recorder (VPR) per scandagliare le acque tropicali e subtropicali dell’Atlantico settentrionale, dalle Azzorre alla base di Woods Hole. Durante questo viaggio lungo piu’ di

Read more

Scoperto un nuovo pesce martello

Annuncia la scoperta il biologo americano Joe Quattro, che ha localizzato questa specie rara nelle acque costiere della Carolina del Sud. Questo squalo potrebbe essere a rischio di estinzione, a causa del degrado ambientale del ristretto habitat in cui vive; d’altra parte negli ultimi anni e’ stato osservato un trend di diminuzione delle popolazioni di squali nell’intero Atlantico nord-occidentale. Il

Read more

Evoluzione in mostra: il caso di Brienomyrus, il pesce elettrico africano

Carl Hopkins, un professore di neurobiologia dell’Universita’ di Cornell, studia i segnali elettrici emanati da questi pesci da piu’ di trent’anni. Insieme a Matt Arnegard, ricercatore nel suo laboratorio, Hopkins ha pubblicato un articolo sul Journal of Experimental Biology, avendo scoperto un fenomeno davvero interessante. Studiando banchi di mormiridi nel fiume gabonese Ivindo, composti da varie specie del genere Brienomyrus,

Read more

Quando la Terra era una Palla di neve

In una zona del Lago Elliot, la Matinenda Formation, nella regione canadese dei Grandi Laghi e’ stato condotto un importante studio sulla geochimica delle inclusioni silicatiche che custodiscono un residuo organico oleoso, rimasto intrappolato tra quarzo e feldspato durante la diagenesi e il metamorfismo che hanno interessato quei luoghi piu’ di due miliardi di anni fa. E’ un gruppo di

Read more

Evoluzione in mostra: il caso del pescegatto Channallabes apus

Channallabes apus e’ un pescegatto, delle dimensioni di 30-40 cm e con un corpo allungato e flessibile, studiato da un gruppo di ricercatori belgi dell’Universita’ di Anversa. La sua particolarita’ consiste nell’essere in grado di cacciare le sue prede preferite, insetti dell’ordine dei coleotteri, uscendo dall’ambiente acquatico e catturando le prede con le sue mascelle: una modalita’ che puo’ aiutare

Read more
1 41 42 43 44 45 46