Archivio categoria: Paleontologia e geologia

Un gigante europeo

Su Science troviamo l’annuncio del ritrovamento in Spagna di fossili di sauropodi giganti. Alla fine del Giurassico, circa 150 milioni di anni fa, l’Europa era abitata anche da questi enormi dinosauri. Fino ad ora ritrovamenti di questo tipo di animali erano state fatte solo in America e in Africa. La specie ritrovata, Turiasaurus riodevensis potrebbe essere il più grande animale

Read more

Il primo mammifero della Nuova Zelanda

La scoperta di piccole ossa di un animale simile ad un topo è la prima prova schiacciante che anche in Nuova Zelanda hanno vissuto e si sono evoluti dei mammiferi autoctoni. Questo ritrovamento, effettuato dal paleontologo Trevor Worthy dell’Unversità di Adelaide e dal suo gruppo di ricercatori, consiste in ossa sottili della mandibola e di una zampa ma è sufficiente, dicono gli studiosi,

Read more

Little Foot non e’ un nostro antenato….

E’ uno scheletro di ominide tra i piu’ completi mai ritrovati, sebbene giaccia in parte ancora intrappolato nel durissimo deposito stalagmitico (carsico) proveniente dalla grotta sudafricana. I reperti di mani, piedi e cranio estratti a piu’ riprese e con molta fatica, hanno dato modo agli scopritori di annunciare l’aspetto piu’ importante, derivato soprattutto dall’analisi delle ossa del piede: era un’australopitecina

Read more

Il mondo nascosto in un ambra trovata in Italia

In questa zona delle nostre Alpi c’è il più grande deposito di ambra triassica. Proprio da qui provengono molti pezzettini d’ambra che sono stati analizzati per lo studio eseguito da scienziati dell’Università di Padova con colleghi tedeschi. All’interno dell’ambra sono state individuate microinclusioni di diversi organismi rappresentanti tutti i livelli trofici (i diversi ruoli nella rete alimentare): ci sono i

Read more

Mammiferi volanti tra i dinosauri

Un gruppo di paleontologi, capeggiati da Jin Meng dell’American Museum of Natural History di New York, ha riportato alla luce un fossile di un mammifero che presenta una membrana di pelle che si estende tra le zampe anteriori a quelle posteriori. Questo individuo, ritrovato in Mongolia, risale ad un periodo compreso tra 130 e 164 milioni di anni fa, quando ancora i dinosauri regnavano incontrastati.

Read more

Plesiosauri in Antartide

Una spedizione di ricercatori, guidata da James E. Martin e finanziata da The Natural Science Foundation (NSF) e dall’Instituto Antartico argentino, ha scoperto il fossile meglio conservato di giovane plesiosauro, un rettile marino che viveva nelle acque degli oceani di tutto il mondo circa 70 milioni di anni fa. Il fossile rinvenuto sull’isola di Vega, in Antartide, costituisce uno degli scheletri più completi e

Read more

Un morso da record

Dunkleosteus fa parte del gruppo dei Placodermi, l’unica classe di vertebrati completamente estinta. Questi pesci corazzati compaiono a partire dal Siluriano superiore e furono dei veri dominatori del mare nel Devoniano, da 425 a 360 milioni di anni fa. Dunkleosteus era un enorme predatore con dimensioni che potevano raggiungere i 10 metri. Lo studio ha visto la ricostruzione di un

Read more

I girini giganti del Neogene

Documenti fossili rinvenuti a Randecker Maar, in Germania, hanno evidenziato ancora una volta come le dimensioni degli organismi attuali siano profondamente differenti da quelle di organismi vissuti in periodi precedenti e ormai estinti. Sono infatti stati scoperti resti di tre girini giganti, appartenenti al genere Paleobatrachus, risalenti al Neogene, il secondo periodo geologico del Cenozoico. Questi presentano dimensioni inconsuete sia per il

Read more

L’evoluzione dei vertebrati terrestri riveduta e corretta

Ha 380 milioni di anni e si chiama Gogonasus (e’ stato infatti trovato nella Gogo Formation). Sebbene fossili di questa specie siano gia’ stati ritrovati venti anni fa, questo nuovo reperto ha permesso uno studio filogenetico molto piu’ accurato, in virtu’ del suo eccezionale stato di conservazione. Il suo scheletro e’ pressoche’ completo, con un cranio che ospita nella parte

Read more

Contingenza e convergenza evolutiva

Erwin discute il ruolo della contingency (o caso) riprendendo molti degli stessi argomenti utilizzati da Gould. I ricci di mare attuali possiedono due file di placche interambulacrali perche’ discendono da poche specie – forse solo una – sopravvissute all’estinzione al termine del Permiano, durante la quale la maggior parte delle specie di echinodermi, morfologicamente molto piu’ diversi di quelli attuali,

Read more

Chi sta con gli emù impara a …. camminare come i dinosauri!!!

Ci troviamo al Red Gulch Dinosaur Tracksite, nel Wyoming settentrionale: le impronte corrispondono a teropodi carnivori (ad esempio il Carmelopodus) del Giurassico medio, della grandezza di un uomo e con una tipica andatura bipede. Cosa ci raccontano le impronte? Se l’e’ chiesto soprattutto Brent Breithaupt, curatore del Museo Geologico della University of Wyoming, e ha concluso che l’animale odierno che piu’

Read more

Un colore di 350 milioni di anni fa

Sul numero odierno de Le scienze on line è comparsa la notizia del ritrovamento di un complesso di molecole organiche estratte da fossili di Crinoidi, risalenti a 350 milioni di anni fa.Christina O’Malley, dell’Università dell’Ohio, ha esposto la scoperta al congresso della Geological Society of America tenutosi a Philadelphia. Nell’abstract” presentato al convegno si legge che sono stati scoperti fossili di Crinoidi la

Read more

La concentrazione di ossigeno e la colonizzazione delle terre emerse

Stiamo parlando del cosiddetto Romer’s Gap, un intervallo piuttosto lungo in cui i fossili dei vertebrati con caratteristiche di pesci e anfibi, all’epoca “impegnati” nella colonizzazione delle terre emerse, sembrano sparire quasi del tutto per poi ripresentarsi copiosamente alla fine di questa misteriosa interruzione. Il paleontologo Peter Ward della University of Washington sta studiando questo fenomeno con un team di

Read more

Cambriano, 10 milioni di anni prima dell’esplosione….

Un nutrito gruppo internazionale di ricercatori provenienti da dieci diverse istituzioni scientifiche di tutto il mondo pubblica in questi giorni su Science l’importantissima notizia: e’ la prima evidenza diretta di strutture e processi di divisione cellulare particolarmente complessi gia’ dieci milioni di anni prima della cosiddetta Esplosione del Cambriano, uno degli eventi fondamentali dell’evoluzione della vita sulla Terra. Questa volta

Read more
1 43 44 45 46 47 48