Ci ha lasciato Enrico Bellone

Fra i massimi esperti al mondo dell’opera di Galileo e uno dei maggiori storici della scienza italiani di tutti i tempi, dobbiamo a Enrico Bellone opere innovative anche nel campo dell’evoluzione della cultura e nello studio naturalistico dello sviluppo delle idee scientifiche (fra le altre, “Molte nature”, Cortina Editore, 2008). Era da poco uscita, per i tipi di Codice Edizioni,


Fra i massimi esperti al mondo dell’opera di Galileo e uno dei maggiori storici della scienza italiani di tutti i tempi, dobbiamo a Enrico Bellone opere innovative anche nel campo dell’evoluzione della cultura e nello studio naturalistico dello sviluppo delle idee scientifiche (fra le altre, “Molte nature”, Cortina Editore, 2008). Era da poco uscita, per i tipi di Codice Edizioni, la sua ultima fatica: “Qualcosa là fuori. Come il cervello crea la realtà”. Direttore per quindici anni del mensile Le Scienze, aveva ricoperto la cattedra galileiana di Storia della Scienza a Padova e insegnato a Genova e a Milano.

Tutti noi gli saremo sempre grati per i continui, appassionati e argomentati interventi in difesa della cultura scientifica come patrimonio irrinunciabile per ogni paese democratico e laico. Che si possa ricordare e tramandare ora tutti insieme il suo messaggio, contro il degrado culturale e civile che ci circonda.

La redazione di Pikaia si stringe attorno alla famiglia e a tutti gli amici di Enrico Bellone in questo momento.