Come misurare e conservare la biodiversità

L’Unione Zoologica Italiana (UZI) con il supporto dell’ Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti organizza la prima Scuola UZI, un’iniziativa che intende mettere insieme giovani ricercatori e docenti di alto profilo internazionale per affrontare argomenti di ampia rilevanza ed attualità scientifica. Particolare attenzione sarà rivolta agli aspetti zoologici degli argomenti in discussione. La prima edizione della Scuola UZI sarà


L’Unione Zoologica Italiana (UZI) con il supporto dell’ Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti organizza la prima Scuola UZI, un’iniziativa che intende mettere insieme giovani ricercatori e docenti di alto profilo internazionale per affrontare argomenti di ampia rilevanza ed attualità scientifica. Particolare attenzione sarà rivolta agli aspetti zoologici degli argomenti in discussione. La prima edizione della Scuola UZI sarà dedicata alla biodiversità affrontando il problema di “Come misurare e conservare la biodiversità”.

Scopi e razionale. Negli ultimi anni si è consolidata la consapevolezza di una crescente perdita di biodiversità. Numerose sono le cause ritenute responsabili della perdita di biodiversità, tra queste un eccessivo sfruttamento delle risorse naturali ed un rapido deterioramento degli ambienti naturali a causa dell’azione dell’uomo. Una valutazione accurata di questo fenomeno richiede di definire con precisione il termine “biodiversità” ai suo vari livelli (comunità, specie, popolazioni, pool genici), identificando con chiarezza anche il modo e gli strumenti con cui misurarla. La misurazione della biodiversità può essere condotta con che variano dalla descrizione morfologica all’analisi genetica; la scelta di quale strumento usare in quali circostanze è un punto cruciale nello studio della biodiversità. Questo argomento sarà oggetto di un’approfondita discussione durante la scuola. Le strategie più adeguate alla conservazione della biodiversità saranno anche argomento di discussione.

Organizzazione della scuola. La scuola sarà organizzata in quattro mezze giornate, dal pomeriggio alla domenica mattina. Ogni sessione sarà affidata a due senior scientists del corpo docente che introdurranno lo specifico argomento della sessione con una lezione di circa un’ora e mezzo. La scuola è rivolta ad un massimo di 30 giovani ricercatori (dottorandi, post-doc e ricercatori di recente assunzione) a cui sarà fornito vitto e alloggio per l’intera durata della scuola.


Comitato organizzatore.
Ettore Olmo (UZI Presidente), Ferdinando Boero (UZI), Gaetano Ciarcia (UZI), Alessandro Minelli (UZI and IVSLA), Tomaso Patarnello (UZI), Mario Pestarino (UZI).

Corpo docente
FERDINANDO BOERO, DiSTeBA Università del Salento, Lecce, Italy; CNR-ISMAR
PHILIPPE BOUCHET, Muséum national d’Histoire naturelle (MNl Canal GrandeHN) Paris, France
MARCO CURINI-GALLETTI, Dipartimento di Zoologia e Genetica Evoluzionistica, Università di Sassari, Italy.
RONALD JENNER, Department of Zoology, The Natural History Museum, London, UK
AXEL MEYER, Lehrstuhl fϋr Zoologie und Evolutionsbiologie, Univiversität Konstanz, Konstanz, Germany
ALESSANDRO MINELLI, Dipartimento di Biologia, Università di Padova, Italy
TOMASO PATARNELLO, Dip. Sanità Pubbl., Patologia Comp. e Igiene Veterinaria, University of Padova, Italy

Sede
La scuola si terrà presso l’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti e sarà ospitata presso lo splendido Palazzo Franchetti, uno dei più bei palazzi storici sul Canal Grande (sito web: http://www.istitutoveneto.it/index.html).

Chi può far domanda di partecipazione
Il corso è programmato per un massimo di 30 studenti (dottorandi, post-doc o giovani ricercatori). Almeno 5 dei 30 posti sono riservati a studenti non italiani. Nella selezione sarà data preferenza a coloro che svolgono attività di ricerca collegate allo studio della biodiversità, sarà considerata la motivazione personale a partecipare alla scuola, ed il CV. Gli organizzatori cercheranno di massimizzare la rappresentatività dei gruppi di ricerca nazionali.

Come inviare la domanda
La domanda di partecipazione composta da un breve CV ed una frase che riassuma le motivazioni per partecipare alla scuola, deve essere inviata per posta elettronica alla segreteria dell’Unione Zoologica Italiana segreteria.uzi@unina.it (in copia a tomaso.patarnello@unipd.it).

Quando inviare la domanda
entro e non oltre il 5 aprile 2011.

Costi e facilities
Il costo di partecipazione è di 150 € ed include:
‐ Posto in stanza doppia per due notti presso l’Istituto Artigianelli (http://www.donorione-venezia.it/)
‐ 1 cena di benvenuto (la cena della seconda sera non è inclusa)
‐ 1 pranzo
‐ 4 coffee breaks
Modulo di registrazione e modalità di pagamento della tassa d’iscrizione saranno comunicati in una fase successiva alla selezione.

Date importanti
5 Aprile, 2011 – Data ultima per l’invio delle domande
20 Aprile 2011 – Comunicazione a ciascun partecipante dell’esito della selezione
30 Aprile 2011 – Conferma di partecipazione e pagamento della tassa di iscrizione

In allegato il programma

5825
5825.pdf (180 KB)