Conoscere e gestire le specie alloctone per la tutela della biodiversità

5539.JPG

Il convegno “Conoscere e gestire le specie alloctone per la tutela della biodiversità” (cofinanziato dalla Regione Toscana) si propone di stimolare una discussione interdisciplinare sulla tutela della biodiversità, sulla gestione delle specie alloctone e sulla sinergia tra invasioni biologiche e cambiamento climatico, con riferimenti alla situazione italiana e toscana. In particolare, le principali tematiche affrontate saranno:Le specie alloctone e la

Il convegno “Conoscere e gestire le specie alloctone per la tutela della biodiversità” (cofinanziato dalla Regione Toscana) si propone di stimolare una discussione interdisciplinare sulla tutela della biodiversità, sulla gestione delle specie alloctone e sulla sinergia tra invasioni biologiche e cambiamento climatico, con riferimenti alla situazione italiana e toscana. In particolare, le principali tematiche affrontate saranno:

Le specie alloctone e la tutela della biodiversità
Le specie alloctone e il cambiamento climatico
La allodiversità in Italia e in Toscana
L’analisi dell’impatto ecologico ed economico prodotto dalle specie alloctone invasive
La gestione delle specie alloctone
Le normative europee e nazionali sulle specie alloctone
I risultati di progetti italiani sulle specie alloctone

Il Dipartimento di Biologia Evoluzionistica (Dott.ssa Francesca Gherardi) assumerà la responsabilità scientifica del convegno e sarà coadiuvato nell’organizzazione tecnica dalla NEMO (Nature and Environment Management Operators s.r.l.: Dott. Paolo Sposimo).

Il convegno sarà rivolto il 23 Settembre a classi di scuole medie inferiori e superiori e ai loro insegnanti e il 24 Settembre a studenti universitari, tecnici di Enti, manager e ricercatori.

Durante il convegno sarà inaugurata una mostra fotografica intitolata “Le specie alloctone in Italia”. La mostra comprenderà due sezioni, di cui una dedicata agli studenti delle scuole medie inferiori e superiori. La mostra si terrà presso il Museo di Storia Naturale, sezione di Zoologia “La Specola”, e avrà la durata di 10 giorni.

Programma