Darwin Day di Trevi-Foligno

Il 9 e 10 febbraio, a Trevi (PG) si terranno due interessanti giornate dedicate alla teoria dell’evoluzione

DARWIN DAY 2018

Trevi – Foligno

9-10 Febbraio 2018


In occasione del Darwin Day 2018, il Laboratorio di Scienze Sperimentali, il Comune di Trevi e la Fondazione Villa Fabri di Trevi, con il patrocinio della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica, presentano la prima anteprima di Festa di Scienza e Filosofia – Virtute e Canoscienza 2018, dedicata alla Biologia Evolutiva.

Due giorni all’insegna della divulgazione scientifica, durante i quali attraverso attività per le scuole e conferenze per il pubblico, saranno affrontati temi legati alla biologia evoluzionistica e alla figura di Charles Darwin.

I concetti fondamentali della teoria dell’evoluzione saranno presentati agli studenti delle scuole tramite attività ludico-didattiche; le conferenze si concentrano sia sulla ricerca di base sia sulle potenzialità applicative della biologia evolutiva.

Lo studio della biodiversità e la sua conservazione saranno protagonisti del dibattito tra i relatori e il pubblico. Un’attenzione particolare sarà rivolta alla diversità e alla storia evolutiva delle piante di interesse agronomico quali cereali e soprattutto, ulivi. Verrà trattato il tema della conciliazione tra sviluppo e sostenibilità ambientale, condizione fondamentale per un progresso economico e sociale che guardi al futuro con consapevolezza. Il Darwin Day 2018 consentirà di approfondire il tema delle migrazioni umane dal punto di vista evolutivo, con particolare attenzione ai principi scientifici che smentiscono il concetto di razza umana.

Tutte le informazioni

 

 

 

Programma:

 

VENERDI 9 FEBBRAIO 2018

 

MATTINA (luogo: Trevi, responsabile: Silvia Paolucci)

 

9:00 – 13:00

Giocare all’evoluzione

Attività per le scuole medie (interattiva, tipo gioco educativo)

 

Attraverso attività ludico-didattiche si intende far conoscere alcuni classici esempi utilizzati per spiegare la teoria dell’evoluzione (concetto di selezione naturale e adattamento).

 

 

 

POMERIGGIO (luogo: Trevi, Villa Fabbri)

 

Conferenze per il pubblico

 

17:30 Giorgio Binelli (Università dell’Insubria)

Dalla mezzaluna fertile all’olio d’oliva. Breve storia della domesticazione delle piante

coltivate.

 

18:30 Francesco Pennacchi (Università degli Studi di Perugia)

Biodiversità e sviluppo sostenibile

 

 

 

 

 

 

SABATO 10 FEBBRAIO

 

MATTINA (luogo: Foligno, Palazzo Trinci)

 

Conferenza per le scuole secondarie di secondo grado

10:00 Introduzione

 

10:30 Claudia Bordese (Biologa, divulgatrice)

Piccoli, ignoranti, potenti: armi e strategie dei parassiti

 

 

 

POMERIGGIO: Trevi, Villa Fabri

Conferenze per il pubblico

 

17:30 Claudia Bordese, Biologa, divulgatrice scientifica

Sex & Life & Parasites

 

18:30 Stefano Mazzotti, Museo di Storia Naturale di Ferrara

“La collezione infinita”. Esplorazioni e scoperte di specie mai viste

 

 

 

SERA: Trevi, Teatro Clitunno

Conferenza per il pubblico

 

21:30 Pietro Greco, Chimico, giornalista e divulgatore scientifico

Razza e migrazioni nel pensiero di Darwin

 

 

 

INFO RELATORI E CONFERENZE

 

Claudia Bordese

Biologa e divulgatrice, racconta la scienza in articoli, conferenze, seminari e libri, tra i quali Sesso selvaggio Instar Libri, 2010. È intervenuta, con Danilo Mainardi, al Salone del Libro di Torino, con Luciana Littizzetto al Circolo dei Lettori di Torino e con Lella Costa al Museo di Scienze di Trento.

 

Conferenza per le scuole:

Piccoli, ignoranti, potenti: armi e strategie dei parassiti

I parassiti hanno contribuito a modellare la varietà con cui si manifesta la vita sulla Terra, e rappresentano pertanto una delle più tangibili prove dell’evoluzione e la migliore chiave di lettura della biodiversità. Caratterizzati da adattamenti e comportamenti estremi, in grado anche di manipolare il comportamento del loro ospite, i parassiti hanno evoluto le più stravaganti strategie per sopravvivere, le più inquietanti soluzioni per avere la meglio sui loro malcapitati ospiti. Pulci, zecche e pidocchi? Molto, molto di più.

 

Conferenza per il pubblico:

Sex & Life & Parasites

La riproduzione definisce la vita, il parassitismo ne sospinge l’evoluzione.

Da sempre sesso e parassiti incrociano le armi nei caroselli evolutivi. E’ probabilmente la pressione dei parassiti ad avere spinto verso la riproduzione sessuale, garanzia di maggiore variabilità della prole, ed è per garantirsi una discendenza che in alcune specie i maschi si sono ridotti a vivere da parassiti delle femmine. Ostaggio di cicli vitali precari e complessi, i parassiti hanno evoluto stravaganti strategie riproduttive, che si affiancano alle soluzioni messe in campo dalle specie a vita libera per garantire la sopravvivenza dei propri geni, dall’ermafroditismo alla transessualità al travestitismo. Se femmine di specie a vita libera non esitano a scegliere un partner sulla base delle sue risorse, è nell’abietto universo dei parassiti che si trovano gli unici veri casi di monogamia assoluta.

Sex & Life & Parasites, siete pronti a scoprirne di più?

 

 

Francesco Pennacchi

Professore ordinario, attualmente in pensione; dal 1974 al 2013 ha operato presso della Facoltà di Agraria di Perugia. In questi anni, ha svolto attività didattica e scientifica, inizialmente, su temi di Economia e Politica Agraria e, dal 1998, su argomenti di Economia Ambientale. Dal 2003 al 2013 ha ricoperto il ruolo di Preside della Facoltà di Agraria di Perugia e dal 2008 al 2013 di Presidente nazionale della Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Agraria.

 

Conferenza per il pubblico:

Biodiversità e sviluppo sostenibile

L’intervento si propone di dare evidenza alla scarsa attenzione reale che il modello di sviluppo in atto sta dando all’obiettivo della sostenibilità. Rispetto a tale questione, specifica considerazione è rivolta alla carente tutela della biodiversità e alle conseguenze che ne derivano.

 

 

Giorgio Binelli

Giorgio Binelli si è laureato in Scienze Biologiche a Milano ed è attualmente Professore Associato di Genetica all’Università dell’Insubria. Nel corso della sua carriera si è occupato prevalentemente di genetica dei cereali e poi delle specie forestali. Il fil rouge delle sue attività di ricerca è rappresentato dall’analisi dei genomi mediante marcatori genetici molecolari per rispondere a domande sulla Genetica dei caratteri quantitativi, sulla Genetica di Popolazioni, sulla filogenesi e sull’evoluzione delle specie studiate. Negli ultimi anni si è particolarmente dedicato a tematiche riguardanti la conservazione delle risorse genetiche in specie endemiche e/o minacciate.

 

 

Conferenza per il pubblico:

Dalla mezzaluna fertile all’olio d’oliva. Breve storia della domesticazione delle piante

coltivate.

In questa conferenza si parlerà dei meccanismi evolutivi che hanno portato alle attuali specie coltivate a partire dalle loro progenitrici selvatiche, con particolare riguardo ai cereali. Il discorso sarà infatti incentrato sulla complessa storia evolutiva del frumento, e si tratterà anche dell’orzo, del riso e del mais. Infine, si parlerà delle ultime conoscenze sulla diffusione dell’Olivo nel bacino del Mediterraneo e degli aspetti legati alla diversità genetica.

 

 

Stefano Mazzotti

Stefano Mazzotti, è direttore del Museo di Storia Naturale di Ferrara, dove svolge anche il ruolo di ricercatore e curatore della sezione di zoologia dei Vertebrati. Si è laureato in Scienze Naturali all’Università di Parma. Sviluppa ricerche in collaborazione con Università e CNR sulla tassonomia, distribuzione e sull’ecologia di comunità e popolazioni animali. Collabora con parchi, riserve ed enti pubblici per lo studio e la conservazione della fauna. Svolge attività didattiche con corsi e seminari in varie università italiane, organizza convegni, seminari e cicli di conferenze tematiche, progetta e cura la realizzazione di mostre tematiche e istallazioni museali su argomenti che riguardano la biodiversità e l’evoluzione. Ha effettuato spedizioni scientifiche in Amazzonia in progetti di ricerca per la descrizione di nuove specie di Anfibi. Ha prodotto numerose pubblicazioni di carattere scientifico specialistico e divulgativo in riviste nazionali e internazionali e alcuni saggi che riguardano la storia della scienza, l’ecologia e la biologia del comportamento. E’ membro di varie società scientifiche fra le quali l’Associazione Nazionale Musei Scientifici e la Società Italiana di Biologia Evoluzionistica.

 

Conferenza per il pubblico:

 “La collezione infinita”. Esplorazioni e scoperte di specie mai viste.

 

 

Pietro Greco

Giornalista scientifico e scrittore, autore di circa trenta monografie, è socio fondatore della Fondazione IDIS-Città della Scienza di Napoli. Accademico corrispondente dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze. Direttore della rivista Scienza e Società, condirettore del web Journal Scienzainrete e conduttore del programma Radio3Scienza della RAI.

 

Conferenza per il pubblico:

Razza e migrazioni nel pensiero di Darwin