Darwin Day Ferrara 2013

Tra il 12 febbraio e il 14 marzo, ricca è la programmazione degli eventi del Darwin Day di Ferrara


DARWIN DAY FERRARA 2013
Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara

Tutte le informazioni

L’eredità di Charles Darwin nelle scienze di oggi e nel loro futuro, è il filo conduttore del Darwin Day 2013 a Ferrara caratterizzato da una serie di  eventi organizzati e condotti dal Museo di Storia Naturale di Ferrara e il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici(ANMS) e della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica (SIBE) .

“Darwin Day” definisce una serie di eventi culturali internazionali che hanno l’obiettivo di avvicinare il pubblico alla teoria dell’evoluzione, elaborata dal grande naturalista inglese Charles Darwin. Attraverso il meccanismo della selezione naturale, l’evoluzione biologica ha prodotto la grande diversità delle forme della vita sul nostro pianeta. La teoria dell’evoluzione costituisce quel complesso di elementi teorici e sperimentali indispensabile per interpretare l’insieme dei fenomeni della vita, comprese le origini biologiche della specie umana. Quest’anno il tema verrà proposto attraverso i diversi linguaggi del cinema, della letteratura e, grazie alla collaborazione della Fondazione Teatro Comunale e del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara, del teatro scientifico.


TUTTI GLI APPUNTAMENTI SONO AD INGRESSO GRATUITO

P R O G R A M M A

Martedì 12 febbraio ore 21.00 – Sala Boldini: Buon compleanno Charles !

Presentazione del programma del Darwin Day Ferrara 2013
Proiezione del film “One Life”


In oltre 5 miliardi di anni, la vita sulla Terra si è evoluta nell’incredibile ricchezza e varietà che oggi possiamo osservare. “One Life” è la celebrazione delle storie di sopravvivenza più fantastiche e fantasiose provenienti dal mondo della natura. Nel celebrare la vita, il film è un insieme di immagini e di storie straordinarie che mostrano animali strani, sorprendenti, paurosi, eroici, amabili, bellissimi… e una pianta! Le storie si intrecciano per rivelare che ogni essere vivente sul nostro pianeta condivide lo stesso desiderio: non solo vivere, ma dare vita nuova. ONE LIFE è un incontro intenso con storie che mostrano quanto abbiamo in comune con gli animali e con la natura che ci circonda.
Guarda il trailer su YouTube One Life

in collaborazione con Centro Audiovisivi del Comune di Ferrara, Arci Ferrara

———————–

Conferenze:

Giovedì 14 febbraio ore 21.00– Museo di Storia Naturale

“’L’amore ci rende (bio)diversi’”.La selezione sessuale come motore di biodiversità


con Giorgio Bertorelle, Leonida Fusani (Università di Ferrara) e Stefano Mazzotti (Museo di Storia Naturale di Ferrara)
L’origine e il mantenimento della biodiversità dipende dalla selezione naturale, che favorisce gli adattamenti in ambienti diversi, e dai processi casuali che influenzano la vita di tutti i giorni e la trasmissione ereditaria. Ma anche dalla selezione sessuale, la lotta non per l’esistenza ma per convincere un partner a riprodursi. Un mondo naturale senza maschi in competizione per convincere femmine “choosy” (o viceversa) sarebbe molto più monotono e meno biodiverso.

In occasione del giorno di San Valentino alle coppie di innamorati sarà donato un ricordo del Darwin Day 2013.

———————–

Giovedì 21 febbraio ore 21.00 – Museo Storia Naturale

“L’Uomo che gettò nel panico Darwin”


In occasione del centenario della morte di Alfred Russel Wallace con Federico Focher (Istituto di Genetica Biochimica ed Evoluzionistica, CNR Pavia)

«Il vostro avvertimento che sarei stato preceduto si è rivelato oltremodo vero, non ho mai visto una coincidenza più impressionante; se Wallace avesse avuto il mio abbozzo manoscritto, redatto nel 1842, non avrebbe potuto farne riassunto migliore!». Così scriveva Darwin, in preda al panico, all’amico Lyell nell’estate del 1858 dopo aver ricevuto una manoscritto in cui Alfred Russel Wallace indicava per la prima volta la selezione naturale come motore dell’evoluzione. Nel 1858, l’anno prima della pubblicazione dell’Origine delle specie!. Oggi quasi unicamente ricordato per essere stato l’altro uomo che scoprì la selezione naturale, Alfred Russel Wallace merita di essere annoverato tra i massimi naturalisti vittoriani, e sicuramente tra i fondatori della biogeografia evolutiva.
Leggi la biografia di A.R. Wallace nel sito Wallace Fund

———————–

Giovedì 28 febbraio ore 21.00 – Museo Storia Naturale

“L’orologiaio miope. Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sugli animali… che nessuno conosce”.
L’evoluzione e la biodiversità come non le avete mai lette.


Con Lisa Signorile, genetista e zoologa, autrice del volume omonimo.

“Spesso consideriamo inquietanti gli animali che vivono in ambienti estremi, perché non riusciamo a compararli con l’unico strumento di paragone che conosciamo: noi stessi. A volte è l’aspetto a sconvolgerci, altre volte le abitudini, altre ancora la dieta; ma rimane l’idea che più qualcosa è diverso dai nostri standard più ne rimaniamo colpiti, quasi mai in senso positivo. E invece, gli animali esteticamente più distanti da noi, come i calamari, le lumache marine e i parassiti sono quelli che più sono in grado di darci delle risposte sui meccanismi evolutivi” (dall’intervista apparsa su “Panorama”).

Quindi, cos’hanno in comune Alien e una larva di crostaceo? O i polpi con i replicanti di Blade Runner? “Ho voluto un po’ sdrammatizzare l’immagine di Richard Dawkins: l’evoluzione che non vede che cosa fa e dove va, molto più che l’indovino Tiresia mi ricorda mister Magoo, un vecchio personaggio dei cartoni animati molto miope che perde di continuo gli occhiali. C’è dramma nella cecità, e l’implicazione di altri sensi che possono direzionare l’orologiaio. Quando ho perso le lenti a contatto, invece, mi sono limitata a sbattere contro tutti gli spigoli possibili e a riempirmi di lividi, finché non ho trovato la strada di casa…”

———————–

Laboratorio:

Giovedì 7 marzo ore 21.00 – Museo Storia Naturale

“Sarà Uomo ?”. Laboratorio didattico per tutti sullo sviluppo degli animali e dell’uomo dalla cellula al feto.

Animazione scientifica di Danio Miserocchi

Charles Darwin fu il primo a notare che la somiglianza fra embrioni di Vertebrati diversi è un segno della loro discendenza da un comune antenato. L’embriologia comparata suggerisce parentele e somiglianze anche strette tra specie ben diverse allo stadio adulto. Con questo laboratorio potremo vedere con i nostri occhi i diversi stadi di sviluppo di diverse specie, dalla rana all’Uomo, osservando i vari momenti evolutivi e scoprendo quando anche noi avevamo le branchie e la coda.

———————–

Teatro scientifico:
Giovedì 14 marzo ore 21.00 – Sala Estense

“L’Uomo-scimia”. Piece teatrale ispirata da composizioni in versi di poeti e letterati.


“In capo fila vien l’Orangotano. Con gran prosopopea cammina diritto, Ma coll’aiuto del bastone in mano; Saltella, ne mai cade capofitto. Ne’ pericoli agli alberi si aggrappa. Si che nemmeno il diavolo lo strappa.Viene quindi il Piteco o Gibbone, Che se coda non ha, lunghe ha le braccia. Non ama l’uomo aver per suo padrone: Il dì fra i rami pavido caccia, Od esce in truppa sotto un caporione A far per la foresta un po’ di caccia. Poi quando sorge o quando cade il sole Urlan que’ brutti ceffi a cento gole.” Pietro Merighi (1869)

“L’ Omo disse a la Scimmia: – Sei brutta, dispettosa: ma come sei ridicola! ma quanto sei curiosa! Quann’ io te vedo, rido rido nun se sa quanto! … La Scimmia disse: – Sfido! T’ arissomijo tanto!
Trilussa

Con:
Fabio Mangolini, Teatro Comunale di Ferrara
Guido Barbujani, Università di Ferrara
Musiche di:
Roberto Manuzzi, Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara
con la partecipazione degli allievi del Triennio Jazz del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara.

Notizie su Pietro Merighi 1, Notizie su Pietro Merighi 2, Notizie su Trilussa

———————–

In collaborazione con:

Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara, Teatro Comunale di Ferrara, Associazione Didattica DIDO’, Centro Audiovisivi Comune di Ferrara, Arci Ferrara

Con il Patrocinio di

Società Italiana Biologia Evoluzionistica, Associazione Nazionale Musei Scientifici

SCARICA TUTTO IL PROGRAMMA COME FILE PDF dday2013.pdf