Darwin vs. Wallace

Un nuovo articolo, pubblicato dalla Linnean Society, dimostra una volta per tutte l’innocenza di Darwin sulla precedenza dell’idea della selezione naturale.Nel 1858, quando Wallace era nelle Molucche, scrisse un saggio per spiegare l’evoluzione per selezione naturale e lo inviò a Darwin. Per molti anni si credette che il saggio, noto come “saggio di Ternate” avesse lasciato l’isola a marzo, tramite


Un nuovo articolo, pubblicato dalla Linnean Society, dimostra una volta per tutte l’innocenza di Darwin sulla precedenza dell’idea della selezione naturale.

Nel 1858, quando Wallace era nelle Molucche, scrisse un saggio per spiegare l’evoluzione per selezione naturale e lo inviò a Darwin. Per molti anni si credette che il saggio, noto come “saggio di Ternate” avesse lasciato l’isola a marzo, tramite nave, e che fosse arrivato a Down House il 18 giugno. Darwin scrisse immediatamente a Lyell, così come richiesto da Wallace, inoltrando il saggio.

Tuttavia questa ricostruzione venne messa in dubbio dalla scoperta di una lettera scritta da Wallace a Bates, che era partita con la stessa nave ma arrivata a Leicester il 3 giugno 1858. Darwin è stato accusato di aver tenuto segreto il saggio fino al momento opportuno, permettendogli di modificare opportunamente i dettagli della sua versione della selezione naturale, per poi presentarla congiuntamente alla Linnean Society il 1 luglio del 1858.

Ma la nuova ricostruzione storica viene dimostrata attraverso le connessioni postali: Wallace inviò il saggio di Ternate in aprile, la posta arrivò a Darwin il 18 giugno. La posta impiegò infatti un normale periodo di 75 giorni, scrupolosamente documentati dai due storici della scienza.

Giorgio Tarditi Spagnoli

Riferimenti:
Van Wyhe, John and Rookmaaker, Kees “A new theory to explain the receipt of Wallace’s Ternate Essay by Darwin in 1858”, The Linnean Society of London, Biological Journal of the Linnean Society, 2012, 105, 249–252.