Due film in difesa della biodiversità

Il primo, tratto dal libro “HOTSPOTS Revisited: Earth’s Biologically Richest And Most Endangered Terrestrial Ecoregions” del presidente di CI Russell A. Mittermeier, si intitola “Hotspot revisited”. Questo film segue le spedizioni dello stesso Mittermeier in in Madagascar, Brasile, Peru, Cile, USA e Nuova Zealanda, luoghi scelti a rappresentare i 35 hotspot di biodiversità del nostro pianeta, in cui sono attivi

Il primo, tratto dal libro “HOTSPOTS Revisited: Earth’s Biologically Richest And Most Endangered Terrestrial Ecoregions” del presidente di CI Russell A. Mittermeier, si intitola “Hotspot revisited”. Questo film segue le spedizioni dello stesso Mittermeier in in Madagascar, Brasile, Peru, Cile, USA e Nuova Zealanda, luoghi scelti a rappresentare i 35 hotspot di biodiversità del nostro pianeta, in cui sono attivi progetti di conservazione. La pellicola contiene anche le prime immagini filmate di numerose specie di recente scoperta.

Da qui si accede alla locandina e da qui al trailer.


Il secondo, tratto dal libro “No Vacancy: Global Responses to the Human Population Explosion”, si intitola “No vacancy” e si occupa del costante incremento demografico umano (si stima che nei prossimi 100 anni la popolazione potrebbe raddoppiare superando i 13 mialirdi di abitanti!) e delle conseguenze disastrose che questo impatto antropico potrebbe avere sull’ambiente e dunque sulla biodiversità.

Il film sarà presentato a Torino in occasione del Cinemambiente Environmental Film Festival, che si terrà tra 16 e il 21 ottobre.

 

Fonte dell’immagine: Wikimedia Commons