E’ la misura che conta (nei pesci)!

Il comportamento riproduttivo di questa specie è curioso: i maschi non corteggiano le femmine, e si accoppiano raggiungendole furtivamente ed inseminandole a forza, dopo averle raggiunte da dietro,  posizionando il gonopodio verso l’apertura genitale femminile. I maschi dedicano gran parte del loro tempo a questi tentativi, che avvengono con un ritmo anche superiore a uno al minuto. Apprendo queste cose

Il comportamento riproduttivo di questa specie è curioso: i maschi non corteggiano le femmine, e si accoppiano raggiungendole furtivamente ed inseminandole a forza, dopo averle raggiunte da dietro,  posizionando il gonopodio verso l’apertura genitale femminile. I maschi dedicano gran parte del loro tempo a questi tentativi, che avvengono con un ritmo anche superiore a uno al minuto. Apprendo queste cose da un articolo pubblicato on line da tre ricercatori australiani su Biology Letters in settembre 2009. Lo scopo della ricerca era stabilire se vi fosse scelta da parte delle femmine dei maschi più “dotati”, e per provarlo i ricercatori hanno modificato le dimensioni del gonopodio rimpicciolendolo chirurgicamente.

Il protocollo prevedeva di suddividere la popolazione in studio in due gruppi, uno comprendente i maschi più grandi e uno coi maschi più piccoli e in entrambi praticare due tipi di rimpicciolimenti: uno più marcato e l’altro meno. Le femmine venivano poi poste in presenza di 4 maschi, uno per  tipo: grandi poco ridotti e molto ridotti; piccoli poco ridotti e molto ridotti, e i ricercatori stavano a vedere a quale maschio le femmine si avvicinavano per più tempo. Risultato: all’interno della classe “grandi” le femmine preferivano senza dubbio i maschi meno ridotti (più “dotati”), mentre fra i piccoli non c’erano preferenze significative. Mettendo assieme i dati, i maschi grandi più “dotati” venivano scelti più dei maschi grandi più “ridotti”, i quali venivano scelti quanto i maschi piccoli più o meno ridotti. Conclusione: il gonopodio in questa specie di gambusia è sottoposto a selezione sessuale. Trattandosi di una specie ad accoppiamento coercitivo non è facile immaginare il motivo della selezione dei maschi più grossi con i gonopodi più grossi da parte delle femmine.

Marco Ferraguti


Riferimento:
A. T. Kahn, B. Mautz, and M. D. Jennions Females prefer to associate with males with longer intromittent organs in mosquitofish. Biol. Lett. published online before print September 15, 2009, doi:10.1098/rsbl.2009.0637