Esperimento di Lenski: l’evoluzione continua

7189.JPG

Dopo oltre 25 anni, le colonie di Escherichia coli di Richard Lenski continuano a mutare e adattarsi

Una nuova interessante mutazione nelle fiasche di R.Lenski. La descrive un recente lavoro su PNAS (“Recursive genomewide recombination and sequencing reveals a key refinement step in the evolution of a metabolic innovation in Escherichia coli“) che riferisce i risultati ottenuti da un ricercatore, J.Barrick, che segue una parte del progetto iniziato 25 anni fa da Richard Lenski (Pikaia ne ha parlato qui). E’ una mutazione che produce una nuova caratteristica che conferisce un vantaggio competitivo decisivo.
L’articolo viene spiegato nel suo blog The Loom da Carl Zimmer (“Evolution Hidden in Plain Sight“) che riporta anche un commento soddisfatto di R.Lenski, che non aveva partecipato alla scoperta di questa nuova mutazione, che si aggiunge alle 79 che già si erano manifestate prima che comparisse, alla 33.000′ generazione (Pikaia ne ha parlato qui), la mutazione che ha reso famosa questa “coltivazione” pluriennale di E.coli.
Daniele Formenti
Immagine da Wikimedia Commons