Estetica e scienze della vita

È in libreria, per i tipi di Raffaello Cortina, l’antologia di saggi “Estetica e scienze della vita”, a cura di Andrea Pinotti e Salvatore Tedesco.

È in libreria, per i tipi di Raffaello Cortina, l’antologia di saggi “Estetica e scienze della vita”, a cura di Andrea Pinotti, professore di Estetica presso l’Università Statale di Milano, e Salvatore Tedesco, che insegna Estetica presso l’Università degli Studi di Palermo. 
Muovendo dalle ricerche di J.W. Goethe sulla forma delle piante e degli animali, ricondotte dal grande pensatore tedesco sotto il titolo generale di morfologia, il volume fornisce una dettagliata mappatura degli sviluppi della tradizione morfologica tanto nel Novecento (nella prima parte dell’antologia, che presenta scritti di J. von Uexküll, V. von Weizsäcker, F.J.J. Buytendijk, E. Straus, A. Portmann) quanto nel più recente dibattito evoluzionistico, che riformula i classici temi della morfologia nei termini, soprattutto, del fecondo indirizzo di ricerca della biologia evoluzionistica dello sviluppo o evo-devo (di cui si rende conto nella seconda parte del volume, con saggi di S.A. Newman, G.B. Müller, M. Mandrioli e M. Portera, A.C. Love, D. Rasskin-Gutman). 
Tra i molti temi trattati, la questione della genesi delle forme e dei loro vincoli, l’origine dell’innovazione morfologica, i concetti di modularità e omologia, l’interazione tra organismo e ambiente e le sue implicazioni per l’origine della forma, temi che si collocano all’intersezione tra la linea d’indagine biologica e quella estetica e che dimostrano, nella pratica del pensiero e nel concreto “farsi” della ricerca, come tra scienze della vita e scienze umane – in particolare, qui, l’estetica filosofica – ci siano assai più comunanze e continuità di quanto si sia usualmente portati a pensare. 
A. Pinotti, S. Tedesco (a cura di), Estetica e scienze della vita, Raffaello Cortina editore, Milano 2013.