Evoluzioni e diversità – 11/13 novembre

Ecco i primi incontri della rassegna “Evoluzioni e diversità” in programma al Palazzo delle Esposizioni di Roma11 novembre, ore 18.30Spencer WellsIl seme di Pandora. Un mondo colonizzato dalla specie umanaintroduce Davide PettenerL’invenzione dell’agricoltura e la domesticazione degli animali hanno garantito all’umanità la possibilità di espandersi e strutturarsi in società sempre più complesse, con conseguenze però gravissime come la diffusione di


Ecco i primi incontri della rassegna “Evoluzioni e diversità” in programma al Palazzo delle Esposizioni di Roma


11 novembre, ore 18.30
Spencer Wells
Il seme di Pandora. Un mondo colonizzato dalla specie umana
introduce Davide Pettener
L’invenzione dell’agricoltura e la domesticazione degli animali hanno garantito all’umanità la possibilità di espandersi e strutturarsi in società sempre più complesse, con conseguenze però gravissime come la diffusione di malattie, il sovrappopolamento e il riscaldamento globale. Al fondo di questo “vaso di Pandora” rimane ancora una speranza?

11 novembre, ore 21.00
Lee Berger
Australopithecus sediba, l’ultima scoperta rivoluzionaria dell’evoluzione umana
Il suo nome nella lingua locale significa “sorgente”. Australopithecus sediba visse nello stesso periodo dei primi Homo dell’Africa orientale, meno di due milioni di anni fa e sposta forse l’origine dei nostri diretti antenati dall’Etiopia al Sudafrica. Come tutti i nostri antenati, è un puzzle unico di caratteri, che Lee Berger ci aiuterà a decifrare.

12 novembre, ore 18.30
Theresa Chelepy-Roberts e Claudio Tuniz, intermezzi musicali di Martin O’Laughlin al didgeridoo
La grande epopea australiana
Tra 60mila e 50mila anni fa alcune tribù di Homo sapiens guardarono al di là del mare e riuscirono a compiere l’impresa. È l’inizio della grande epopea australiana. Nel corso della serata ascolteremo la storia del popolamento del continente australiano, tra scoperte e tecniche scientifiche d’avanguardia e la musica del didgeridoo.

13 novembre, ore 18.30
David Lordkipanidze
Homo georgicus: la storia del primo ominino uscito dall’Africa
A metà strada fra il Mar Nero e il Mar Caspio sono affiorati i resti copiosi di un insediamento umano risalente a 1,85 milioni di anni fa, la data più antica mai documentata al di fuori dell’Africa. David Lordkipanidze racconterà della scoperta di Homo georgicus, il nostro antenato pioniere che, per primo, ha lasciato l’Africa.

Programma completo

Informazioni
Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema
scalinata di via Milano 9 A, Roma
www.palazzoesposizioni.it
INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI
Possibilità di prenotare riservata ai possessori della membership card