Festival della Filosofia della Scienza

Riportiamo il comunicato stampa:L’idea di questa manifestazione, prima e unica in Italia, nasce dall’esigenza di focalizzare l’attenzione sull’importanza di questa disciplina filosofica, che ha per oggetto l’analisi dell’origine, dello sviluppo e del mutamento delle teorie scientifiche. In questo particolare momento di crisi dell’interesse dei giovani per le materie scientifiche, il Festival si propone come un’operazione di promozione e divulgazione delle

Riportiamo il comunicato stampa:


L’idea di questa manifestazione, prima e unica in Italia, nasce dall’esigenza di focalizzare l’attenzione sull’importanza di questa disciplina filosofica, che ha per oggetto l’analisi dell’origine, dello sviluppo e del mutamento delle teorie scientifiche.

In questo particolare momento di crisi dell’interesse dei giovani per le materie scientifiche, il Festival si propone come un’operazione di promozione e divulgazione delle stesse, avvalendosi di un linguaggio semplice e chiaro.

La direzione scientifica della kermesse è affidata a Paolo Rossi, celebre e stimatissimo filosofo della scienza, docente presso l’Università di Firenze e autore di apprezzati saggi.

L’organizzazione è dell’Ufficio Cultura del Comune, con la collaborazione e la consulenza del bibliologo Duilio Contin. Questa edizione avrà come tema “La conoscenza scientifica”.

Le giornate principali della manifestazione saranno venerdì 17 e sabato 18 ottobre con una serie di lectiones magistrales e dibattiti che si svolgeranno presso l’Auditorium Sant’Antonio, con la partecipazione dei personaggi più autorevoli della cultura filosofico-scientifica nazionale.

Ad aprire i lavori, venerdì pomeriggio, sarà Corrado Augias, noto scrittore e giornalista televisivo, che in serata, dal palcoscenico del Teatro degli Illuminati, condurrà lo spettacolo Le fiamme e la ragione. Proporrà una pagina tragica per il pensiero scientifico del nostro Paese – la condanna al rogo di Giordano Bruno, uno dei massimi esponenti della storia della cultura occidentale – affrontando i temi della libertà di pensiero, della laicità dello Stato, delle ragioni della scienza, del ruolo delle religioni.

A seguire, la manifestazione ospiterà il “matematico impertinente” Piergiorgio Odifreddi, illustre studioso e professore di Logica presso l’Università di Torino e la Cornell University, vincitore del Premio Letterario Galileo per la divulgazione scientifica nel ’98.

La parola passerà quindi a Giulio Giorello, docente di Filosofia della Scienza presso l’Università degli Studi di Milano, che affronterà le nuove domande di carattere etico sollevate dalla cosmologia, dalle neuroscienze e dalla genetica, alla ricerca di un punto di incontro tra Scienza e Fede, uno dei temi più attuali del nostro tempo.

Interverrà sul controverso tema della Bioetica, il filosofo e giurista Francesco D’Agostino, professore di Filosofia del Diritto presso l’Università Tor Vergata di Roma, già presidente del Comitato per la Bioetica.

Sarà seguito, sullo stesso argomento, dall’appassionato intervento di Chiara Lalli, insegnante di Logica e Filosofia della Scienza presso l’Università La Sapienza di Roma.

Poi sarà il momento di Furio Honsell, celebre informatico e matematico, di Armando Massarenti, giornalista scientifico, ed epistemologo di chiara fama e di Stefano Moriggi, giovane e brillante docente di Filosofia della Scienza presso l’Università Statale di Milano.

Nel continuo dibattito tra Scienza e Filosofia non può mancare l’analisi delle quattro forze fondamentali della Natura con una mostra dal titolo La natura si fa in 4, promossa dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Roma, che presenterà al pubblico alcuni esperimenti della fisica contemporanea. Attraverso un percorso guidato, che si snoderà fra giochi interattivi e pannelli esplicativi, il pubblico toccherà con mano ognuna delle quattro forze, sperimentandone in molti casi gli effetti “sulla propria pelle”. Le scuole cittadine saranno coinvolte attraverso la presentazione di alcune sperimentazioni di laboratorio.

Nell’arco delle due settimane si effettueranno affascinanti incontri con la Fisica, presso il Teatro degli Illuminati. Margherita Hack, astrofisica di fama mondiale, avrà il compito di raccontare con semplicità la storia dell’universo, accompagnando gli spettatori in uno splendido viaggio .

Il fisico Andrea Frova, vincitore dell’edizione 2008 del Premio Letterario Galileo per la divulgazione scientifica, nonché il fisico Roberto Battiston professore presso l’Università degli Studi di Perugia ed esperto divulgatore scientifico, daranno il loro prezioso contributo.

Infine, ma non di minore importanza, uno spazio dedicato al dialogo della scienza con i ragazzi, piccole menti matematiche e non, attraverso l’incontro Tutti matematici con Harry Potter, il celeberrimo mago protagonista del mondo della Rowling. Sarà un momento molto divertente e costruttivo all’interno della kermesse, che vuole stimolare la creatività e sfatare la concezione della matematica come materia di studio noiosa e senza fantasia.


Per informazioni:
Ufficio Stampa
Il Filo di Arianna
Tel. 075.505.58.07
Cell. 335.14444.97