Geni ed evoluzione del cervello

Nell’ultimo numero di Nature in un commento editoriale (“Neuroscience: Genes and human brain evolution“) si ragiona ancora su recenti importanti scoperte (“Inhibition of SRGAP2 Function by Its Human-Specific Paralogs Induces Neoteny during Spine Maturation” e “Evolution of Human-Specific Neural SRGAP2 Genes by Incomplete Segmental Duplication“) che sembrano aver dimostrato che fenomeni di mutazione associati a ripetute duplicazioni del gene SRGAP2


Nell’ultimo numero di Nature in un commento editoriale (“Neuroscience: Genes and human brain evolution“) si ragiona ancora su recenti importanti scoperte (“Inhibition of SRGAP2 Function by Its Human-Specific Paralogs Induces Neoteny during Spine Maturation” e “Evolution of Human-Specific Neural SRGAP2 Genes by Incomplete Segmental Duplication“) che sembrano aver dimostrato che fenomeni di mutazione associati a ripetute duplicazioni del gene SRGAP2 siano associati ad un diverso modo di strutturare le cellule che costituiscono l’encefalo umano, distinguendole dalle cellule nervose che troviamo anche specie a noi vicine.

E’ infatti noto che questo gene controlla lo sviluppo dell’encefalo, ed è anche evidente come questi meccanismi di duplicazione con successiva mutazione siano intervenuti solo dopo l’inizio della linea evolutiva che, attraverso almeno una decina di altre specie (non dimentichiamolo) hanno portato all’uomo attuale.

Chissà come mai per alcuni queste scoperte andrebbero contro la teoria dell’evoluzione (“Newly Discovered Human Brain Genes Are Bad News for Evolution“)…

Da L’Antievoluzionismo in Italia, il blog di Daniele Formenti