George sarà padre!

Il famoso lonesom George, l’ultima delle testuggini della Galápagos dell’isola di Pinta, ha fecondato alcune uova: dita incrociate per la specie icona dell’estinzione

Essere l’ultimo della propria specie deve essere una grande responsabilità. E dopo anni di speranze infrante forse ora George, l’ultima delle testuggini della Galápagos dell’isola di Pinta (Geochelone nigra abingdoni) ci regalerà un erede.

La sua affascinante storia è raccontata nel bellissimo libro di Henry Nicholls “George il Solitario. La vita e gli amori di un’icona della sopravvivenza”, pubblicato da poco anche in Italia da Codice Edizioni.

George divide il suo recinto con due testuggini provenienti da un’altra isola e ha stupito tutti quando si è accoppiato con una di queste. Nel nido sono state deposte diverse uova e tre di queste ancora intatte sono state prelevate e messe in un incubatore. Passeranno almeno quattro mesi prima che si possa sapere se George sarà diventato padre.

L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi e la commozione e la felicità nono sono mancate: dopo 36 anni di cattività presso la Stazione Zoologica Charles Darwin il programma di riproduzione per George potrebbe ore dare i suoi primi risultati.

Pikaia continuerà a seguire la vicenda di George molto da vicino… e nelle prossime settimane vi aggiorneremo sulla vicenda della nostra tartaruga preferita!