HOMO SAPIENS – IL CAMMINO DELL’UMANITÀ

HOMO SAPIENS – IL CAMMINO DELL’UMANITÀdi Telmo PievaniFormato cm 24,5 x 33,5Pagine 184Legatura cartonato con sovraccoperta a folderPrezzo € 34,90Editore Istituto Geografico De AgostiniL’Istituto Geografico De Agostini porta in libreria il primo Atlante del popolamento umano sulla Terra, HOMO SAPIENS – IL CAMMINO DELL’UMANITÀ di Telmo Pievani.“E poi vediamo la nostra specie, Homo sapiens, rimanere sola, diffusa ovunque, e capace


HOMO SAPIENS – IL CAMMINO DELL’UMANITÀ
di Telmo Pievani

Formato cm 24,5 x 33,5
Pagine 184
Legatura cartonato con sovraccoperta a folder
Prezzo € 34,90
Editore Istituto Geografico De Agostini

L’Istituto Geografico De Agostini porta in libreria il primo Atlante del popolamento umano sulla Terra, HOMO SAPIENS – IL CAMMINO DELL’UMANITÀ di Telmo Pievani.

E poi vediamo la nostra specie, Homo sapiens, rimanere sola, diffusa ovunque, e capace di modificare gli ecosistemi attraverso la domesticazione di piante e animali”.

Nelle parole di Telmo Pievani, si coglie quanto affascinante ed emozionante sia stata la storia della nostra specie. Homo sapiens si diffonderà nel mondo come unica specie umana rimasta, dopo aver convissuto con altre forme umane in un processo di diversificazione che ha avuto come protagoniste le migrazioni e le relazioni con lo spazio geografico. Tutto ciò avverrà a partire da un piccolissimo nucleo di Homo sapiens africani, i pionieri che diedero inizio al popolamento del mondo.

Homo Sapiens è un’opera dall’alto valore culturale e scientifico aggiornata alle più recenti teorie e scoperte, con ricostruzioni di grande interesse e frutto dei più recenti dati scientifici. Il volume, riccamente illustrato e descritto, è la naturale espansione editoriale della mostra “Homo sapiens. La grande storia della diversità umana” per la quale De Agostini ha realizzato l’apparato cartografico, realizzata a Roma e a Trento e che proseguirà a Novara nel 2013. Un compendio dunque, pubblicato per la prima volta a livello internazionale, del popolamento antico della Terra con preziose mappe e accurate ricostruzioni cartografiche.

È una storia scritta nei geni, nei popoli e nelle lingue, che ci racconta da dove veniamo, come ci siamo diffusi e perché siamo al contempo così diversi e così uniti. (Telmo Pievani)

Per la prima volta un atlante che descrive il grande cammino dell’umanità: una storia affascinante, le radici di tutti noi.

Sommario

L’ALBA DEGLI OMININI E LE PRIME DIASPORE
14-15 Figli della Great Rift Valley
16-17 La deriva dei continenti
18-19 I primi ominini in Africa orientale
20-21 I primi ominini in Africa meridionale
22-23 La prima camminata dell’umanità
24-25 L’albero cespuglioso degli ominini
26-27 Nasce il genere Homo
28-29 Il paleoclima
30-31 Il ragazzo del Turkana
32-33 La prima diaspora fuori dall’Africa
34-35 I primi umani nel Caucaso
36-37 La seconda diaspora fuori dall’Africa
38-39 Ecosistemi e variazioni ambientali nel Sahara
40-41 I primi europei non siamo noi
42-43 Camminatori… e navigatori?
44-45 La scimmia bambina
46-47 Linea del tempo
(riassunto cronologico: da 6.000.000 a 100.000 anni fa)

UNA PLURALITÀ DI FORME UMANE NEL VECCHIO MONDO
50-51 La nascita di Homo sapiens in Africa
52-53 La terza diaspora fuori dall’Africa
54-55 Il mondo dei Neandertal
56-57 Il nostro alter ego evoluzionistico
58-59 Alle soglie dell’intelligenza simbolica
60-61 L’evoluzione vista attraverso le molecole
62-63 Ci siamo accoppiati con i Neandertal ?
64-65 Una pluralità di specie umane in Italia
66-67 Tre specie umane sui Monti Altai
68-69 Il popolamento dell’Estremo Oriente
70-71 Il piccolo ominino dell’isola di Flores
72-73 L’hobbit indonesiano
74-75 Incontri ravvicinati di tipo preistorico
76-77 Diversamente sapiens
78-79 Un effetto del fondatore in serie
80-81 Catastrofi e colli di bottiglia nell’evoluzione umana
82-83 La dinamicità della Terra
84-85 Linea del tempo
(riassunto cronologico: da 500.000 a 25.000 anni fa)

LA SECONDA NASCITA DI HOMO SAPIENS
88-89 Prime manifestazioni di intelligenza simbolica nel Vecchio Mondo
90-91 La nascita cognitiva di Homo sapiens
92-93 Ondate di innovazione culturale in Sudafrica
94-95 La fioritura dell’arte rupestre
96-97 Le prime forme di scultura
98-99 Le prime sepolture rituale
100-101 La grande epopea australiana
102-103 Gli antenati degli aborigeni australiani
104-105 Passaggio a Nord-est: inizia la grande epopea americana
106-107 Il popolamento delle Americhe
108-109 L’estinzione delle megafaune australiana e americana
110-111 Linea del tempo
(riassunto cronologico: da 60.000 a 12.000 anni fa)

LA RIVOLUZIONE NEOLITICA E L’ESPANSIONE GLOBALE
114-115 I molteplici centri di irradiazione dell’agricoltura
116-117 L’intolleranza al lattosio
118-119 Gli agricoltori in Europa
120-121 Agricoltori e cacciatori-raccoglitori in Africa
122-123 Natura addomesticata
124-125 L’evoluzione della scrittura
126-127 La grande epopea del Pacifico
128-129 Le radici ambientali della diversità
130-131 Nelle grandi steppe dell’Asia
132-133 Gli esseri umani conquistano il Polo Nord
134-135 Le ultime espansioni e le terre senza nativi
136-137 Popolamenti antichissimi e popolamenti recenti
138-139 Gli esseri umani ovunque
140-141 Dove passa Homo sapiens
142-143 Euroasiatici e Amerindi si incontrano dopo tanto tempo
144-145 Il puzzle del colore della pelle
146-147 I caratteri antropometrici: appariscenti ma ingannevoli
148-149 Le razze umane esistono solo nella nostra testa
150-151 Le sapienze dei nativi
152-153 Linea del tempo
(riassunto cronologico: da 12.000 a oggi)

LA DIVERSITÀ DEI GENI, DEI POPOLI E DELLE LINGUE
156-157 L’albero dei geni e l’albero delle lingue
158-159 La diversità dei geni e dei fonemi
160-161 Il mosaico delle famiglie linguistiche nel mondo
162-163 La famiglia linguistica indoeuropea
164-165 I geni, i popoli e le lingue d’Italia
166-167 Le minoranze linguistiche italiane: tracce di antiche storie
168-169 Diversità bio-culturale: le ecoregioni e i gruppi etnolinguistici più a rischio
170-171 Confronto tra i paesi con il maggior numero di lingue e specie animali (vertebrati) endemiche
172-173 Distribuzione globale della diversità vegetale e linguistica
174-175 Gli isolati linguistici
176-177 La Nuova Guinea: uno scrigno di diversità
178-179 Cosa muore quando muore una lingua
180-181 I crocevia dell’umanità
182-183 Bibliografia ragionata

In allegato la scheda del libro
6685
6685.pdf (379 KB)