I dinosauri prima dei dinosauri – parte seconda

La rivista Proceedings of the Royal Society B pubblica l’interessante descrzione del ritrovamento di alcune orme fossili in Polonia. Cosa hanno di interessante queste orme? Secondo gli scopritori potrebbero essere nientemeno che la testimonianza più antica di organismi simili ai dinosauri finora nota. Le impronte sono state lasciate da alcuni dinosauromorfi, un clade che comprende i dinosauri, i silesauri e


La rivista Proceedings of the Royal Society B pubblica l’interessante descrzione del ritrovamento di alcune orme fossili in Polonia. Cosa hanno di interessante queste orme? Secondo gli scopritori potrebbero essere nientemeno che la testimonianza più antica di organismi simili ai dinosauri finora nota.

Le impronte sono state lasciate da alcuni dinosauromorfi, un clade che comprende i dinosauri, i silesauri e i lagosuchi, e si trovano in una formazione geologica risalente a 249–251 milioni di anni or sono. Considerando che lo scheletro fossile più antico associabile a questo gruppo di vertebrati, appartenente alla specie Asilisaurus kongwe (Pikaia ne ha parlato qui), è stato infatti datato tra 242 e 244 milioni di anni fa, il ritrovamento anticiperebbe di 5-9 milioni di anni le prime testiomonianze di questi animali. Le orme, che non superano i 40 mm di lunghezza, apparterrebbero a diversi dinosauromorfi basali caratterizzati da una piccola taglia corporea e andatura quadrupede, una forma di deambulazione che è stata riscontrata raramente nei fossili di questi animali.

Lo studio non si focalizza esclusivamente su queste impronte, ma anche su altre tracce fossili rinvenute in siti polacchi di poco più recenti (fino a 246 milioni di anni fa), altrettanto ricchi di testimonianze di forme di vita del passato. Questa abbondanza è indicatrice delle fasi iniziali di uno dei più importanti e meglio documentati episodi di radiazione adattativa, che culminò con l’ascesa incontrastata dei dinosauri, nonostante l’abbondanza relativa delle tracce fossili indichi che in quel periodo i dinosauromorfi costituivano solo una fauna minore.
 
Un aspetto molto importante su cui si soffermano gli autori è che la scoperta indica la diffusione del gruppo che ha dato origine ai dinosauri (che sarebbero comparsi sono 230 milioni di anni fa) all’indomani della grande estinzione del Permiano, il più grande evento di scomparsa di biodiversità che sia mai stato documentato sul nostro pianeta.

Andrea Romano


Riferimenti:
Stephen L. Brusatte, Grzegorz Niedzwiedzki, Richard J. Butler. Footprints pull origin and diversification of dinosaur stem lineage deep into Early Triassic. Proceedings of the Royal Society B, 2010; DOI: 10.1098/rspb.2010.1746