I vari espedienti mediante i quali le orchidee vengono impollinate dagli insetti

Autore: Charles DarwinTitolo:  I vari espedienti mediante i quali le orchidee vengono impollinate dagli insettiA cura: Bruno Barsella, Roberto Dell’Orso Traduzione di: G. Canestrini, L. Moschen Introduzione di: Sandro Pignatti Nell’anno 2009, che è un doppio anniversario – duecento anni dalla nascita di Charles Darwin e centocinquanta dalla pubblicazione di The Origin of Species – si è pensato di rendere

Autore: Charles Darwin
Titolo:  I vari espedienti mediante i quali le orchidee vengono impollinate dagli insetti
A cura: Bruno Barsella, Roberto Dell’Orso
Traduzione di: G. Canestrini, L. Moschen
Introduzione di: Sandro Pignatti


Nell’anno 2009, che è un doppio anniversario – duecento anni dalla nascita di Charles Darwin e centocinquanta dalla pubblicazione di The Origin of Species – si è pensato di rendere di nuovo disponibile al pubblico italiano quest’opera così importante per la biologia delle Orchidacee. Nel 1862, tre anni dopo la pubblicazione del suo più celebre libro “L’origine delle specie”, Charles Darwin pubblicò quest’opera dal lunghissimo titolo, “On the various contrivances by which English and Foreign Orchids are fertilized by insects, and on the good effect of intercrossing”.

La sua lettura mostra sia l’importanza che questa analisi ha avuto nello sviluppo della Teoria dell’Evoluzione, sia la magnifica capacità “naturalistica” del suo Autore. Il fascino delle Orchidee su Darwin deriva dalla alta specializzazione del loro fiore, e dalla conseguente specializzazione del rapporto pianta-insetto. Questo rapporto funzionale così stretto fra due organismi appartenenti a regni diversi implica il concetto di “co-evoluzione”. Darwin non usò questo termine, ma questo è il concetto intorno al quale ruota la sua ricerca.

La presente edizione ripropone la famosa traduzione italiana di Giovanni Canestrini e Lamberto Moschen del 1883.

Presentazione
Indice
Prefazione
Indice originale
Frontespizio ottocentesco