Il genoma della mosca tsetse

Ora sarà più facile contenere questo insetto, vettore della malattia del sonno

Un gruppo di ricercatori italiani ha contribuito ad un’importante scoperta biologica, con probabili ripercussioni sulla salute umana. Sull’ultimo numero di Science la pagina di copertina rende omaggio all’articolo “Genome Sequence of the Tsetse Fly (Glossina morsitans): Vector of African Trypanosomiasis“, pubblicato dall’International Glossina Genome Initiative, un gruppo internazionale di ricerca a cui partecipa anche un gruppo di zoologi di Pavia. 
 L’importanza della pubblicazione del genoma della mosca tsetse deriva dal fatto che questo insetto è il vettore di diverse specie di Tripanosoma, un genere di parassiti (umani ma anche animali) che causano la malattia del sonno in aree dell’Africa subsahariana in cui vivono circa 70 milioni di individui. Un altro articolo sullo stesso numero di Science (“Genome Yields Clues to Tsetse Fly’s Strange and Deadly Ways” di Elizabeth Pennisi) illustra gli effetti complessivi delle minacce che giungono all’uomo e ai suoi animali domestici dai parassiti trasmessi dalla mosca tsetse (Glossina morsitans), di cui è stato finalmente sequenziato il DNA.
Daniele Formenti