Il New York Times e l’evoluzione

Il numero del 26 giugno del New York Times on line ci dimostra che è possibile scriveree divulgare bene anche di argomenti complessi come quelli dell’evoluzione. Nella pagina(gratuita) cui è possibile accedere da qui si possono leggere parecchi articoli diaggiornamento su temi evolutivi. A volte non sono nuovissimi, ma nell’insieme sono un’ottimaraccolta di materiali. Per esempio c’è un buon pezzo

Il numero del 26 giugno del New York Times on line ci dimostra che è possibile scrivere
e divulgare bene anche di argomenti complessi come quelli dell’evoluzione. Nella pagina
(gratuita) cui è possibile accedere da qui si possono leggere parecchi articoli di
aggiornamento su temi evolutivi. A volte non sono nuovissimi, ma nell’insieme sono un’ottima
raccolta di materiali. Per esempio c’è un buon pezzo di Douglas Erwin su un “cambio di paradigma”
nell’evoluzione, cioè nuovi modi di vedere i “motori” che hanno spinto l’evoluzione,
uno di Nicholas Wade (autore di All’alba dell’uomo) proprio sull’evoluzione umana,
un articolo di Carl Zimmer (giovane rampante stella della divulgazione naturalistica
americana) sull’evoluzione dei batteri e così via. Il bello però sono ovviamente
le “cose da Internet”; per esempio un buon podcast (attenzione, i link rimanda a un
file sonoro in formato mp3) di David Corcoran sull’evo-devo, un ottimo video del
“papà” dell’evo-devo (o meglio, il suo miglior divulgatore), Sean Carroll, sempre
sull’evo-devo. E molto altro. Tutto da vedere, ascoltare, sentire.




Marco Ferrari