Il paradiso degli erpetologi

Dopo la recente scoperta di una nuova specie di iguana di colore rosa alle Isole Galapagos, i ricercatori italiani si ritgliano un’altra importante pagina sulle riviste di tutto il mondo. Il gruppo di erpetologi, guidato da Michele Menegon del Museo Tridentino di Scienze Naturali di Trento, è rientrato dalle foreste dei Monti Nguru, in Tanzania, con un ingente bottino di

Dopo la recente scoperta di una nuova specie di iguana di colore rosa alle Isole Galapagos, i ricercatori italiani si ritgliano un’altra importante pagina sulle riviste di tutto il mondo. Il gruppo di erpetologi, guidato da Michele Menegon del Museo Tridentino di Scienze Naturali di Trento, è rientrato dalle foreste dei Monti Nguru, in Tanzania, con un ingente bottino di specie nuove alla scienza.

Si tratta di ben 15 nuovi anfibi e un camaleonte del genere Rhampholeon, probabilmente tutti organismi endemici di questa regione. Sulla rivista Acta Herpetologica è disponibile l’intero resoconto del monitoraggio e la descrizione delle specie rinvenute. Oltre a queste, l’indagine ha rinvenuto in tutto 92 specie tra rettili e anfibi, di cui 15 mai segnalate in quella zona, ad indicare la grande importanza di quest’area per la fauna erpetologica. Ora le attenzioni andranno rivolte alla conservazione di questo habitat straordinario e sempre più in pericolo a causa del costante disboscamento per lasciare spazio alle attività agricole. Forse questa nuova scoperta potrebbe aprire le porte ad un inverisone di tendenza di questo andamento assai poco rassicurante per tutte le specie residenti.

Ancora una volta emerge quanto la nostra conoscenza della biodiversità mondiale sia limitata, non solo per quanto riguarda i fondali oceanici.

Andrea Romano


Riferimenti:
Michele Menegon, Nike Doggart, Nisha Owen. The Nguru mountains of Tanzania, an outstanding hotspot of herpetofaunal diversity. Acta Herpetologica 3(2): 107-127, 2008