Il (pelo di) mammifero nell’ambra

Sul suo blog Brian Switek ha riportato una nuova ricerca che descrive peli di mammifero in un’ambra di 100 milioni di anni fa. La scoperta del fossile è avvenuta nello stesso sito, nel sud ovest della Francia, che ha restituito già diversi mammiferi mesozoici e in cui l’anno scorso è stato recuperato il fossile di Arcantiodelphys.L’attribuzione dei peli a un

Sul suo blog Brian Switek ha riportato una nuova ricerca che descrive peli di mammifero in un’ambra di 100 milioni di anni fa. La scoperta del fossile è avvenuta nello stesso sito, nel sud ovest della Francia, che ha restituito già diversi mammiferi mesozoici e in cui l’anno scorso è stato recuperato il fossile di Arcantiodelphys.

L’attribuzione dei peli a un determinato gruppo di mammiferi recenti o fossili non è possibile, ma comunque la struttura esteriore assomiglia molto a peli di mammiferi moderni. Insieme al pelo nell’ambra si sono conservate anche larve di ditteri, che forse offrono un indizio tafonomico di come i peli siano finiti incastonati nella resina. Dato che molte larve di specie di mosce si cibano di carcasse, forse la resina ha inglobato parte di una carcassa di mammifero insieme a questi piccoli spazzini.

David Bressan

Riferimenti:
VULLO, R.; GIRARD, V.; AZAR, D. & NERAUDEAU, D. (2010): Mammalian hairs in Early Cretaceous amber. Naturwissenschaften. DOI: 10.1007/s00114-010-0677-8. Link

Immagine:
I due frammenti di pelo conservato nell´ambra e disegni interpretativi con evidenziato la struttura esterna (da VULLO et al. 2010).

Tratto da Paleomammiferi