Il ritorno della testuggine gigante di Floreana

Un articolo pubblicato su Cell indica la probabile sopravvivenza di una specie estinta di testuggini grazie allo studio del genoma di individui ibridi. Tracce genetiche della testuggine gigante delle Galapagos, originariamente endemica dell’isola di Floreana (Chelonoidis elephantopus), sono state ritrovate recentemente entro undici individui ibridi della specie Chelonoidis becki sul vulcano Wolf sull’isola di Isabela.Lo spostamento delle tartarughe tra le


Un articolo pubblicato su Cell indica la probabile sopravvivenza di una specie estinta di testuggini grazie allo studio del genoma di individui ibridi. Tracce genetiche della testuggine gigante delle Galapagos, originariamente endemica dell’isola di Floreana (Chelonoidis elephantopus), sono state ritrovate recentemente entro undici individui ibridi della specie Chelonoidis becki sul vulcano Wolf sull’isola di Isabela.

Lo spostamento delle tartarughe tra le isole fu dovuto ai pirati e ai balenieri nel corso dell‘800, permettendo così l’ibridazione della specie endemica di Floreana con quella del nord dell’Isabela, nonostante si pensasse estinta appena dopo l’arrivo di Charles Darwin nel suo viaggio del Beagle del 1835. Questi undici ibridi si pensava fossero gli ultimi discendenti di una linea filetica ancora allo stato naturale.

Le prove genetiche indicherebbero, indirettamente, che individui sessualmente maturi della specie endemica di Floreana ritenuta estinta sarebbero invece ancora vivi. Se venissero trovati, potrebbero essere prelevati per avviare un programma di allevamento e reinserimento della specie in natura.

Giorgio Tarditi Spagnoli


Riferimenti:
www.cell.com/current-biology/abstract/S0960-9822%2811%2901376-5