In uscita “Il rabdomante”, una pellicola futuristica (ma non troppo!) di Felice Cattani

A meno da un mese dalla Giornata Mondiale per l’Acqua, che si è tenuta lo scorso 22 marzo, esce a Torino un film che racconta le difficoltà di una terra privata del suo bene più prezioso, l’acqua, e le vicende del rabdomante Felice, unico essere umano ad aver mantenuto la capacità di dialogare con l’ambiente.   Sfondo della narrazione non

A meno da un mese dalla Giornata Mondiale per l’Acqua, che si è tenuta lo scorso 22 marzo, esce a Torino un film che racconta le difficoltà di una terra privata del suo bene più prezioso, l’acqua, e le vicende del rabdomante Felice, unico essere umano ad aver mantenuto la capacità di dialogare con l’ambiente.

 

Sfondo della narrazione non è un Paese del terzo mondo, ma l’Italia Meridionale, dominata dalla polvere e dal racket della malavita organizzata, che ha preso il controllo delle poche risorse idriche del territorio.

 

Un film forte, che ci mostra alcune delle possibili, e non così futuribili, conseguenze dei nostri comportamenti quotidiani. Per riflettere e far riflettere.

 

L’evento è promosso dal’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro onlus, da il Pianeta azzurro e dalla Circoscrizione 8 del Comune di Torino. Tutti sono invitati a partecipare. L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.

 

Cosa: “Il randomante”, di Felice Cattani

Dove: Teatro Nuovo, Corso Massimo D’Azeglio 17, Torino

Quando: giovedì 12 aprile, ore 21

 

 

Stefania Somarè

166
166.pdf (393 KB)