Iniziativa per il Darwin Day organizzata da Accademia dei Fisiocritici e Università di Siena

Il popolamento antico dell’Europa. Tra ossa, geni e culture è il tema delle conferenze divulgative organizzate all’Accademia dei Fisiocritici il 28 febbraio a partire dalle 15,30, in occasione del Darwin Day che in tutto il mondo celebra il pensiero di Charles Darwin, presso l’Aula Magna Accademia dei Fisiocritici.

Promotori dell’iniziativa sono l’Accademia dei Fisiocritici e l’Università di Siena con il dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti, sezione di Preistoria e il dipartimento di Biologia Evolutiva.
Dopo i saluti introduttivi di Pietro Omodeo, Francesco Frati, Attilio Galiberti, tre esperti affronteranno l’argomento da angolature diverse: alle 16 Francesco Mallegni dell’Università di Pisa parlerà di resti fossili, alle 16,30 David Caramelli dell’Università di Firenze tratterà delle evidenze genetiche e alle 17 Fabio Martini dell’Università di Firenze illustrerà gli aspetti culturali. Alle 17,30 infine il dibattito con interventi e domande del pubblico.
“La Teoria dell’Evoluzione formulata dal grande naturalista inglese quasi centocinquant’anni fa – dichiarano gli organizzatori Sara Ferri, Francesco Frati e Lucia Sarti – resta l’unica in grado di spiegare in maniera coerente una molteplicità di osservazioni relative al mondo naturale. Pregio della Teoria dell’Evoluzione è la sua capacità di fare da ponte tra discipline scientifiche apparentemente diverse. Proporre un confronto tra approcci disciplinari differenti – antropologia fisica, biologia molecolare, archeologia preistorica – su un tema come l’evoluzione dell’uomo negli ultimi anni oggetto di continue revisioni, vuole dunque essere un modo per mostrare la scienza nel vivo delle sue discussioni piuttosto che come insieme monolitico”.

Accademia dei Fisiocritici
Piazzetta Silvio Gigli, 2 (Prato di S. Agostino)
53100 SIENA
tel. 0577 232801 – tel. e fax 0577 47002
brattoc @unisi.itfisiocritici @unisi.itwww.accademiafisiocritici.it

155
155.pdf (218 KB)