La domanda dell’anno (e le risposte di grandi scienziati…)

Quest’anno la domanda è “WHAT WILL CHANGE EVERYTHING? – What game-changing scientific ideas and developments do you expect to live to see?“. Molte, interessanti e spesso originali le risposte, alcune delle quali coinvolgono problemi connessi con l’evoluzione e con i problemi biologici, psicologici, filosofici (e purtroppo anche teologici) connessi con una prospettiva che per centinaia di milioni di esseri umani

Quest’anno la domanda è “WHAT WILL CHANGE EVERYTHING? – What game-changing scientific ideas and developments do you expect to live to see?“.

Molte, interessanti e spesso originali le risposte, alcune delle quali coinvolgono problemi connessi con l’evoluzione e con i problemi biologici, psicologici, filosofici (e purtroppo anche teologici) connessi con una prospettiva che per centinaia di milioni di esseri umani ha e avrà difficoltà ad essere capita ancora per decenni.

Troviamo per esempio fra gli autori delle riflessioni Richard Dawkins, Freeman Dyson, Daniel Dennett, Paul Davies (e questo solo per quanto riguarda la lettera D…).


Tratto da L’Antievoluzionismo in Italia, il blog di Daniele Formenti