La scoperta del tempo profondo

Tavola Rotonda “Oltre il presente: la scoperta del tempo profondo a scuola” di domenica 11 febbraio 2007 al Museo Civico di Storia Naturale di Milano.Ospiti della serata sono Alessandra Magistrelli, Edoardo Boncinelli, Guido Chiesura, Cristina Peraboni, Riccardo Galbiati.Il desiderio di conoscere le origini nostre e del mondo in cui viviamo ha sempre spinto l’immaginazione dell’uomo, ma l’evoluzione biologica ci ha portato

Tavola Rotonda “Oltre il presente: la scoperta del tempo profondo a scuola” di domenica 11 febbraio 2007 al Museo Civico di Storia Naturale di Milano.

Ospiti della serata sono Alessandra Magistrelli, Edoardo Boncinelli, Guido Chiesura, Cristina Peraboni, Riccardo Galbiati.

Il desiderio di conoscere le origini nostre e del mondo in cui viviamo ha sempre spinto l’immaginazione dell’uomo, ma l’evoluzione biologica ci ha portato oltre i confini dell’immaginabile, alla scoperta del tempo profondo. Raccontare e parlare di tempo profondo a scuola non è sempre facile: anche gli adulti hanno difficoltà a cogliere il concetto. Edoardo Boncinelli ha fatto un tentativo, individuando tre ordini di tempo: il tempo delle cose (della fisica); il tempo della vita (dei ritmi biologici e dell’evoluzione); il tempo dell’anima, per cui la percezione del tempo è estremamente soggettiva. L’uomo è diventato consapevole della “grandezza” del tempo in cui si è svolta la storia della vita sulla terra, e grazie alle nuove scoperte ne diviene sempre più cosciente. Celebre è la frase di Sant’Agostino: “Se nessuno mi chiede cos’è il tempo so cos’è, ma quando mi chiedono che cos’è il tempo io non lo so.” Perché il tempo non è un concetto semplice.

Stefania Stivanin



Nel 2007 Pikaia aveva presentato il Darwin Day qui.