Le meraviglie della scienza

6143.JPG

Un mese fa mi sono per caso imbattuto nel blog “Mestiere di Scrivere” di Luisa Carrada e ho letto un post dal titolo “Nuove creature editoriali all’orizzonte” in cui veniva pubblicata una entusiasmante recensione del libro “The magic of reality”, scritto da Richard Dawkins, di cui non sapevo nulla. Luisa Carrada scrive: “Ma non ero preparata alla meraviglia di “The

Un mese fa mi sono per caso imbattuto nel blog “Mestiere di Scrivere” di Luisa Carrada e ho letto un post dal titolo “Nuove creature editoriali all’orizzonte” in cui veniva pubblicata una entusiasmante recensione del libro “The magic of reality”, scritto da Richard Dawkins, di cui non sapevo nulla.

Luisa Carrada scrive: “Ma non ero preparata alla meraviglia di “The magic of reality” di Richard Dawkins, appena pubblicato da Random House. È un libro di scienze per ragazzi che mi ha catturata come raramente mi è successo. Per il contenuto e l’idea: l’uomo ha inventato i miti e le storie per spiegarsi i misteri della natura e della sua origine, ma non c’è magia più potente e più poetica del racconto della realtà spiegato dalla scienza; qui ci sono i miti, le fiabe, la natura, gli scienziati e le loro storie, all’interno di un racconto rigoroso e avvincente.

Io non ho mai avuto una passione per la scienza, eppure in questi giorni ho mollato tutte le altre letture per godermi Darwin, Newton, Mendel e Einstein. Cosa sarebbe mai diventato di me se a scuola avessi avuto un libro così?
(…)
Ecco cosa rende “The magic of reality” veramente speciale:

·       la modularità del testo: messo tutto in fila è tantissimo, ma diviso nei 12 capitoli che pongono ognuno una domanda cruciale sul mondo che ci circonda diventa leggero leggero, di una leggerezza che aumenta in pagina dove il testo non è mai da solo

·       ci sono infatti le illustrazioni, come quelle di un libro di fantasy o di fiabe, ma qui fanno da sfondo come paesaggi a interi capitoli e si animano come a teatro; animazioni funzionali, non spettacolari, eppure coinvolgenti

·       e ci sono i filmati, le foto, le animazioni e e gli esperimenti, che possiamo svolgere anche noi

·       ma soprattutto ci sono l’equilibrio tra tutte queste componenti e la fluidità dell’ambiente, un luogo della lettura e dell’apprendimento dove ti muovi e ti senti proprio bene.


Il testo è magnificamente scritto. La sintassi è semplice, per garantire la leggibilità in colonne molto strette. Il lessico è preciso e rigoroso, senza alcuna approssimazione; dove i concetti sono più difficili ci pensano le metafore e le storie. Titoli e sottotitoli riescono sempre a unire informazione, curiosità ed emozione“.

Raramente ho trovato una recensione che mi ha incuriosito tanto, per cui ieri mi sono messo alla ricerca di questo libro e sopresa… lo si può scaricare gratuitamente da alcuni siti tra cui Atheist Movies. La versione che potete trovare (anche qui) è in pdf e quindi non ha filmati, foto e animazioni, ma vi permette di leggere il testo e godersi la meravigliosa grafica di questo testo.

Il libro racconta tante avventure in cui gli eroi sono gli scienziati le cui scoperte ci hanno permesso di capire cosa si celasse dietro ad alcuni eventi che sino ad allora erano considerati inspiegabili, quasi il frutto di magie. Non vi resta quindi tuffarvi in questo ultimo libro di Dawkins e se siete dotati di iPad… avete appena trovato un buon modo per spendere 11,00€ all’Appstore per una applicazione veramente bella e non solo per bambini.

Mauro Mandrioli