L’eredità di Vittorio Somenzi

Il 13 e 14 dicembre, presso il Dipartimento di Filosofia dell’
Università di Roma La Sapienza si terrà il convegno “Naturale e Artificiale. L’eredità di Vittorio Somenzi”

Naturale e Artificiale 
L’eredità di Vittorio Somenzi (1918 – 2003) 
 
13 e 14 Dicembre 2013 
Dipartimento di Filosofia, Villa Mirafiori, Sapienza Università di Roma Aula XII
Via Carlo Fea 2, Roma
Il convegno sull’eredità di Somenzi è stato ideato nel segno della continuità del suo pensiero, e non soltanto allo scopo di onorare la sua eredità teorica. Le novità che dal mondo della ricerca pervadono ogni giorno la nostra contemporaneità – la rottura delle barriere disciplinari fra fisico e mentale, fra vita e mente naturali e artificiali, i meccanismi di sviluppo e controllo dei processi biologici fondamentali e la inevitabile, intima relazione fra natura e cultura – erano infatti tutte già al centro dei suoi interessi intellettuali. Non per virtù profetica, s’intende, bensì per merito d’una sensibilità che oggi appare, con tutto il dovuto distacco del giudizio storico, davvero significativa. Le sezioni del convegno mettono a fuoco le tematiche centrali della vasta e variegata riflessione di Vittorio Naturale e Artificiale L’eredità di Vittorio Somenzi (1918 – 2003) 13 e 14 Dicembre 2013 Dipartimento di Filosofia, Villa Mirafiori, Sapienza Università di Roma Aula XII – Via Carlo Fea 2, Roma Somenzi come filosofo e storico delle scienze: dalla fisica e l’operazionismo alla storia della scienza e dell’arte, passando per l’evoluzione biologica, l’intelligenza naturale e quella artificiale. Tematiche che agli occhi dell’attualità possono già sembrare di pertinenza della “scienza normale”, ma che tali non erano quando, senza alcuna pretesa di sistematicità, Somenzi metteva a reagire tra loro spunti e ricerche, anche attraverso una fitta rete di relazioni e collaborazioni intellettuali che andavano ben al di là dei limiti dell’accademia. Oggi, l’eredità somenziana si riattiva, ancora prima che nelle sue celebrazioni, nella persistente continuità dei suoi più significativi e importanti sviluppi.
In allegato locandina e programma
7132
7132.pdf (4 MB)