L’inganno del creazionismo

5601.JPG

Il Fatto si mostra giustamente inorridito (“Il darwinismo è un falso”. Il Comune di Milano accoglie l’ispiratore del negazionismo”) per l’iniziativa creazionista ospitata a Milano in un locale del comune dal titolo “L’inganno dell’evoluzione e il segreto della materia”. Il convegno è stato preceduto da numerosi cartelloni pubblicitari posizionati in tutta la città.Il Fatto sarebbe ancora più preoccupato se solo si


Il Fatto si mostra giustamente inorridito (“Il darwinismo è un falso”. Il Comune di Milano accoglie l’ispiratore del negazionismo”) per l’iniziativa creazionista ospitata a Milano in un locale del comune dal titolo “L’inganno dell’evoluzione e il segreto della materia”. Il convegno è stato preceduto da numerosi cartelloni pubblicitari posizionati in tutta la città.

Il Fatto sarebbe ancora più preoccupato se solo si fossero informati sulla biografia, probabilmente non nota agli organizzatorii italiani e sulle accuse che lo hanno portato ad una condanna a tre anni che è in attesa dei risultati dell’appello. Probabilmente non è nota nemmeno l’intervista allo Spiegel del 2008, dove manifesta opinioni certo originali su bin Laden, accusato di essere più … darwinista che musulmano; addirittura sembra certo del fatto che tutti i terroristi islamici siano in realtà solo darwinisti (“we see that all the members of terrorist organizations — even those that portray themselves as Muslim organizations — are Darwinists. It is impossible for a person who fears Allah to commit terrorist acts because of his faith. Such acts are committed by people who were educated abroad, who received a Darwinist education and who internalized Darwinism, but who later called themselves Muslims. When scrutinized carefully, when their speech and essays are carefully analyzed, we see that all these people are Darwinists.”).

Si può solo sperare che simili fantasie vengano ripetute a Milano prima che si consolidi una collaborazione dell’Italia con questi bei tipi certamente ben dotati, almeno finanziariamente.

Certo sembra abbia un giudizio molto negativo del fascismo e del nazismo, ma non si capisce perché anche qui non riesca a nascondere che soprattutto non sopporta l’evoluzione biologica (come si capisce dal volume “Fascism: The Bloody Ideology of Darwinism”).

Qui il quotidiano La Voce descrive la conferenza stampa di presentazione del convegno: “Deserta la conferenza stampa organizzata da Harun Yahya, presenti solo le nostre telecamere e un corrispondente di Metro.”

Da L’Antievoluzoinismo in Italia, il blog di Daniele Formenti