L’utilità dell’ibrido

Da molto tempo i botanici speculano sul fenomeno dell’ibridazione nelle piante, ipotizzando il suo ruolo nell’evoluzione e sostenendo tesi molto diverse a riguardo, spesso però senza  le dovute basi sperimentali. Solo con l’arrivo delle nuove tecniche di biologia molecolare si è potuta dimostrare l’effettiva presenza massiva di fenomeni di ibridazione in natura, ma questo ancora non prova che essa abbia

Da molto tempo i botanici speculano sul fenomeno dell’ibridazione nelle piante, ipotizzando il suo ruolo nell’evoluzione e sostenendo tesi molto diverse a riguardo, spesso però senza  le dovute basi sperimentali. Solo con l’arrivo delle nuove tecniche di biologia molecolare si è potuta dimostrare l’effettiva presenza massiva di fenomeni di ibridazione in natura, ma questo ancora non prova che essa abbia un ruolo evolutivo importante. Questi studi, infatti, hanno permesso di individuare l’ibridazione, ma in genere hanno sempre fallito nel tentativo di dimostrare che questi eventi avessero un significato adattativo o che potessero rappresentare la spinta primaria per una diversificazione.

La storia delle diverse specie di Senecio presenti sulle isole Britanniche e oggetto di diversi studi di cui ci dà notizia Current Biology, illustra in molti modi come l’ibridazione possa contribuire all’evoluzione. Queste piccole piante della famiglia dei girasoli hanno un’affascinante storia di migrazioni e ibridazioni, tra specie native e specie importate; diversi approcci di genetica molecolare e filogenetica hanno permesso di seguire i tratti genetici complessi, persi e poi riacquisiti tramite l’ibridazione e l’introgressione, da soli od accompagnati da altri tratti utili che hanno fornito un vantaggio evolutivo, permettendo così la diffusione di specie ibride.

Questa ricca storia mostra chiaramente come l’ibridazione possa portare una specie ad acquisire caratteristiche importanti dal punto di vista evolutivo e quindi assegna un nuovo ruolo a quello che spesso era considerato solo un rumore di fondo nel vasto mondo dell’evoluzione biologica.

Silvia Demergazzi


Riferimenti:
Loren H. Rieseberg. Evolution: Replacing Genes and Traits through Hybridization. Current Biology  Volume 19, Issue 3, 119-122