Musica nuova, temi (molto) vecchi

Il collettivo musicale tedesco The Ocean ha recentemente pubblicato un doppio album della durata complessiva di 84 minuti dal titolo “Precambrian”. L’opera si articola in due momenti, che fanno riferimento agli eoni del Precambriano: un EP da 22 minuti intitolato “Hadean/Archaean” e un full length di oltre un’ora chiamato “Proterozoic”.I collegamenti con la paleontologia non finiscono qui. Le canzoni, infatti,

Il collettivo musicale tedesco The Ocean ha recentemente pubblicato un doppio album della durata complessiva di 84 minuti dal titolo “Precambrian”. L’opera si articola in due momenti, che fanno riferimento agli eoni del Precambriano: un EP da 22 minuti intitolato “Hadean/Archaean” e un full length di oltre un’ora chiamato “Proterozoic”.
I collegamenti con la paleontologia non finiscono qui. Le canzoni, infatti, portano ciascuna il nome di un’era precambriana, per cui la tracklist definitiva risulta essere quasi un compendio di geologia.

CD 1 “Hadean/Archean”
1 Hadean
2 Eorchean
3 Paleoarchean
4 Mesoarchean
5 Neoarchean

CD 2 “Proterozoic”
III – Palaeoproterozoic
1 Siderian
2 Rhyacian
3 Orosirian
4 Statherian

IV – Mesoproterozoic
5 Calymmian
6 Ectasian
7 Stenian

V – Neoproterozoic
8 Tonian
9 Cryogenian


Secondo la band, “il concept e l’artwork del disco riguardano i primi milioni di anni di vita del pianeta, quando la Terra era un luogo ostile e inabitabile, dominato da fuoco, zolfo e lava. Il flusso di calore dal centro della Terra era circa tre volte maggiore rispetto ad oggi. L’atmosfera pesante e ricca in CO2 permetteva l’esistenza di acqua allo stato liquido, alla temperatura di 230 °C. Durante gli eoni Adeano e Archeano l’atmosfera attuale iniziò a formarsi e la Terra a raffreddarsi, creando le condizioni per la nascita della vita durante il Proterozoico”.Non è ancora chiaro di cosa tratteranno i testi, né se la band abbia intenzione di prendere spunto dall’esplosione della vita nel Cambriano per scrivere un nuovo disco.
Altre informazioni qui e qui

Gabriele Ferrari