Nuotare nella sabbia

Per scappare ai predatori, in genere serpenti e scorpioni, il pesce delle sabbie (Scincus scincus) nuota… Non ci sarebbe niente di strano se, come dice il nome, questa specie fosse effettivamente un pesce e non, come in realtà è, un rettile e il luogo in cui avviene la locomozione fosse l’acqua e non…la sabbia! Questa straordinaria capacità di movimento del

Per scappare ai predatori, in genere serpenti e scorpioni, il pesce delle sabbie (Scincus scincus) nuota… Non ci sarebbe niente di strano se, come dice il nome, questa specie fosse effettivamente un pesce e non, come in realtà è, un rettile e il luogo in cui avviene la locomozione fosse l’acqua e non…la sabbia!

Questa straordinaria capacità di movimento del pesce delle sabbie, una piccola lucertola che non supera i 15 centimetri di lunghezza, è favorita dalla forma e dalle caratteristiche del corpo. Come si legge sulla rivista Science, Scincus scincus presenta, infatti, un muso lungo e appuntito che viene utilizzato per scavare nel substrato, un corpo snello ricoperto di scaglie lisce e piccole zampe forti dotate di lunghe dita piatte. Grazie a questi tratti, la lucertola è in grado di spostarsi ad elevata velocità, pari a 15 metri al secondo, con movimento ondulatorio laterale simile a quello tipico dei serpenti. Attraverso l’utilizzo di telecamere a raggi-X ad alta velocità, mediante cui sono stati realizzati alcuni video, un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology ha verificato che questa specie non utilizza le zampe per la propulsione nella sabbia, bensì la propagazione di un’onda che si sviluppo lungo l’asse longitudinale del corpo.

Per la prima volta viene mostrata questa particolare modalità di locomozione, che potrebbe tuttavia non essere unica nel regno animale e aprire nuove pospettive di ricerca su altre specie fossorie. Anche la sabbia, dunque, può essere utlizzata al pari dell’acqua e dell’aria come substrato all’interno del quale muoversi ad alta velocità.

Andrea Romano


Riferimenti:
Ryan D. Maladen, Yang Ding, Chen Li, and Daniel I. Goldman, Undulatory Swimming in Sand: Subsurface Locomotion of the Sandfish Lizard, Science 325: 314-318; DOI: 10.1126/science.1172490