Nuovi dati sulle origini dell’uomo

Nuovi dati sulle origini dell’uomoMercoledì 14 novembre 2012 – Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti – ore 17:30Intervengono Giorgio Manzi e Claudio Tuniz; coordina Elisabetta TolaCome e quando si è evoluto il genere umano? E ancora: come e quando è avvenuto il popolamento dei vari continenti? La Paleoantropologia è la scienza che cerca di rispondere a queste domande,


Nuovi dati sulle origini dell’uomo


Mercoledì 14 novembre 2012 – Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti – ore 17:30

Intervengono Giorgio Manzi e Claudio Tuniz; coordina Elisabetta Tola

Come e quando si è evoluto il genere umano? E ancora: come e quando è avvenuto il popolamento dei vari continenti? La Paleoantropologia è la scienza che cerca di rispondere a queste domande, trovando sul suo percorso un susseguirsi di rebus, spesso molto complessi. Lo studio della preistoria è complicato non solo dalla mancanza di fonti scritte, ma anche dalla carenza di reperti, sempre più difficili da rinvenire man mano che si procede a ritroso nel tempo. Tuttavia il progresso tecnologico fornisce oggi strumenti di ricerca sofisticati: non solo l’analisi genetica, ma anche tecniche di indagine del territorio e metodologie sempre più accurate per la datazione e caratterizzazione non invasiva dei reperti.
Dai risultati dei sequenziamenti del DNA di Neanderthal e di Denisova, alle analisi dei fossili ritrovati recentemente in Sudafrica, Etiopia, Kenya, Cina, numerose sono state le scoperte che negli ultimi anni hanno aggiunto nuovi tasselli al complesso puzzle dell’evoluzione umana, in parte chiarendolo, in parte complicandolo ulteriormente. Quali nuove prospettive hanno aperto? Come si indaga nella preistoria e quali sono i criteri per elaborare una teoria consistente? Esistono oggi prove inconfutabili, o rimane possibile solo la formulazione di ipotesi, ancorché sempre più verosimili?

Informazioni e approfondimenti


In allegato la locandina

6645
6645.pdf (314 KB)