Primo corso teorico pratico per animatore scientifico

Primo corso teorico pratico per animatore scientificoFondazione Bioparco di Roma – Novembre 2011Musei della scienza, parchi, riserve naturali, giardini zoologici e acquari sono strutture attive nel campo dell’educazione ambientale che hanno l’opportunità di sensibilizzare un considerevole numero di persone. Basti pensare che i soli zoo europei vengono visitati da più di 130 milioni di persone l’anno.Nonostante ciò, e a dispetto


Primo corso teorico pratico per animatore scientifico

Fondazione Bioparco di Roma – Novembre 2011

Musei della scienza, parchi, riserve naturali, giardini zoologici e acquari sono strutture attive nel campo dell’educazione ambientale che hanno l’opportunità di sensibilizzare un considerevole numero di persone. Basti pensare che i soli zoo europei vengono visitati da più di 130 milioni di persone l’anno.
Nonostante ciò, e a dispetto del considerevole aumento di manifestazioni di carattere scientifico portate avanti dalle diverse realtà presenti sul nostro territorio come ad esempio i festival della scienza, nel nostro Paese la figura dell’animatore scientifico non è ancora riconosciuta come una reale professione.
L’animatore scientifico è una figura chiave: è colui che rende speciale l’esperienza di visita e che ha la possibilità di lasciare una traccia indelebile, non solo nel bambino ma anche nell’adulto.
Per svolgere questo mestiere servono: passione, competenze scientifiche, abilità di comunicazione e soprattutto una buona capacità empatica. Diventare animatori scientifici è possibile: vuol dire giocare e mettersi in gioco, ma per fare sul serio!

 
A chi è rivolto il corso?
Laureati e laureandi in discipline scientifiche, operatori didattici impiegati presso musei, parchi, oasi, riserve, giardini zoologici, acquari e strutture similari.
 
Date e sede del corso
Il corso si svolgerà nel mese di Novembre presso la sede della Fondazione Bioparco di Roma dalle ore 9.00 alle ore 16.30 nelle giornate di: mercoledì 9, giovedì 10 e venerdì 11 e mercoledì 16, giovedì 17 e venerdì 18. Sabato 19 novembre giornata conclusiva con visita guidata presso il Parco Naturale Regionale di Bracciano-Martignano (orario approssimativo 9.30-14.30).

 
Svolgimento del corso
Il corso sarà caratterizzato da 36 ore di lezione teorico-pratiche; sarà strutturato in lezioni frontali, esercitazioni di gruppo e simulazioni pratiche. Ogni sessione prevede la presenza di almeno due formatori. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

 
Descrizione del corso
Dal punto di vista teorico il corso illustrerà il ruolo della scienza nella nostra società e le molteplici sfaccettature di cui si compone il delicato lavoro dell’animatore scientifico.
Dal punto di vista pratico si lavorerà in maniera particolareggiata sui linguaggi più appropriati da adottare in relazione al target di riferimento, sulle tecniche espressive, sulla contestualizzazione narrativa/fantastica nonché sull’ideazione e presentazione di un’attività pratica differenziata per contesto e target. Parte integrante del corso saranno il lavoro di gruppo, i momenti di discussione e le prove pratiche sul campo.
Nello specifico, verranno affrontate le seguenti tematiche:

  •  Cos’è la comunicazione della scienza oggi
  •  Identikit e formazione dell’animatore scientifico
  •  Comunicare la scienza: gli strumenti del mestiere
  •  Come differenziare il linguaggio in relazione al target e al contesto
  •  Come ideare un’attività in relazione al target e al contesto
  •  Come valutare l’efficacia di un evento di comunicazione scientifica
  •  Esercitazioni pratiche: simulazioni di ruoli e contesti
 
 
Programma del corso
Leggi il programma


Informazioni
Tutte le informazioni